Barbara Zigah

Barbara Zigah
Articoli pubblicati: 871

Su Barbara Zigah

Dopo aver lavorato a Wall Street, Barbara ha iniziato la sua seconda carriera come scrittrice freelance presso Daily Forex, dove il CEO ha riconosciuto il potenziale nuovo e non sfruttato ed era disposto a provarlo. Non ha mai guardato indietro. Da allora, ha lavorato costantemente come scrittrice e redattrice freelance nel settore dei servizi finanziari e del Forex.

Quando non regala ai lettori gli eventi elettrizzanti della difficile situazione dell'Eurozona, le piace la vita come moglie e madre di tre bambini incredibilmente brillanti. Dopo aver trascorso quasi 10 anni di vita in Ghana, Barbara è felice di tornare a casa nel New Jersey.

A parte i suoi doveri di scrittrice freelance, è una lettrice vorace di quasi tutti i generi letterari ed è una giocatrice dedicata di Scrabble e giochi di quel genere. Una cuoca creativa (per necessità!), ha imparato la fare l'impasto per la pizza fatta in casa e il formaggio di ricotta e i suoi figli aspettano con ansia che lasci il suo lavoro quotidiano per aprire un ristorante, in modo che possano mangiare la pizza tutto il giorno, ogni giorno. Ma seriamente, il suo sogno è quello di diventare un imprenditore nel settore dell'ospitalità e lei e suo marito stanno lavorando per raggiungere questo obiettivo.


Analista di notizie di mercato presso DailyForex dal 2008

Istruzione:


B.S.c presso l'Università del Maryland

Esperienza professionale:


Ex collaboratore di eToro, straordinario scrittore freelance

In primo piano:


National Mortgage Professional ,Benzinga

Barbara-zigah@dailyforex.com

Ultimi Articoli

Le aspettative degli investitori secondo cui la Banca centrale europea sarebbe pronta a esprimere una svolta più cauta, hanno tenuto l'Euro sotto pressione.

La sterlina inglese è rimasta stabile prima del rilascio dei dati sul lavoro nel Regno Unito.

Il dollaro statunitense è salito contro lo yen giapponese durante gli scambi della sessione asiatica dopo i dati diffusi giovedì.

Ieri, la maggior parte delle principali valute ha avuto scarsa reattività alla firma di un accordo commerciale tra Cina e Stati Uniti.

Le tensioni tra gli Stati Uniti e l'Iran sembrano allentarsi, mettendo le valute rifugio in secondo piano rispetto agli asset a rischio più elevato.

La sterlina inglese è stata sottoposta a forti pressioni e si è avvicinata a una depressione di 2 settimane contro il biglietto verde dopo i commenti di Carney.

I trader FX restano cauti sul fatto che presto potrebbe scoppiare un conflitto armato tra Iran e Stati Uniti.

La sterlina inglese è rimbalzata durante gli scambi di Londra, aiutata da un sondaggio commerciale rivisto al rialzo.

Il dollaro statunitense prosegue nel tentativo di scrollarsi di dosso la recente tendenza al ribasso sulla scia delle notizie economiche deludenti provenienti da Regno Unito ed Eurozona.

Il dollaro americano è riuscito a riorganizzarsi dopo essere stato sottoposto a una serie di perdite durata sei sessioni di negoziazione.