Il Regno Unito Dice Addio alla FSA

Team IT.DailyForex.com

Il principale organo regolatore britannico ha ormai fatto il suo tempo. La Financial Services Authority (FSA), che per più di 28 anni è stata l’organo responsabile della regolazione del settore dei servizi finanziari nel Regno Unito, ha smesso di esistere. Il consiglio della FSA, nominato nel 1985 dal Ministero del Tesoro, ha sempre operato in maniera indipendente dal governo. L’ufficio principale era quello di Canary Wharf, Londra, quello secondario si trovava invece a Edimburgo. Da questa settimana la FSA non è più un’agenzia regolatrice. Il suo ruolo passerà alla Bank of England, mentre l’arbitraggio dei consumatori sarà gestito da un’organizzazione completamente nuova, la Financial Conduct Authority (FCA).

regolamentazione FSALa FSA fu creata a giugno 1985 dall’allora ministro del tesoro Nigel Lawson, col nome di Securities and Investments Board (SIB). Il boom inglese degli anni ’80 portò la cosiddetta working class a cercare modalità d’investimento su cui, appunto, investire il reddito disponibile. Divennero molto popolari i consulenti finanziari indipendenti (IFA, Independent Financial Advisor), piccoli broker spesso composti da un gruppo limitato a uno o due consulenti finanziari, che per una commissione indicavano vari tipi di investimento o compagnia di assicurazioni sulla vita. Man mano che l’industria crebbe, aumentò anche il bisogno di una maggiore regolamentazione.

Il settore bancario inglese è stato tradizionalmente controllato, fermamente, dalla Bank of England. Per regolare un settore finanziario in rapido cambiamento e le sue varie branche, tra cui Forex broker, consulenti finanziari, broker di borsa e manager di portafoglio indipendenti, fu così introdotta un’organizzazione auto regolatrice, la Financial Intermediaries, Managers and Brokers Association (FIMBRA). La grande maggioranza dei consulenti finanziari indipendenti entrarono a far parte della FIMBRA così da avere maggiore credibilità.

Nel 1994 la Personal Investment Authority (PIA) presentò nuove regole per aumentare la trasparenza degli organismi finanziari. Fu la prima organizzazione ad avere l’autorità di regolare condotte errate dei broker Forex e delle entità che svolgevano il ruolo di intermediari fiscali. L’ultimo CEO della FSA è stato Hector Sans, dimessosi a giugno 2012.

Il Financial Services Act 2012, introdotto il 19 dicembre 2012 e entrato in vigore il primo aprile 2013, crea un nuovo ambiente regolatore nel settore dei servizi finanziari, e rimpiazza completamente la FSA. L’organo ha avuto la responsabilità di identificare i rischi chiave nei servizi finanziari per i prossimi anni, e utilizzerà il proprio potere per assicurarsi che i consumatori vengano protetti, che le compagnie rispettino gli standard della FCA e che il mercato operi con integrità. Gli investitori sono avvisati: prima di effettuare qualsiasi scambio di valute si consiglia di effettuare indagini accurate sulla compagnia finanziaria. Qualsiasi broker, Forex broker, o entità britannica che dichiarasse ancora di essere regolamentato dalla FSA potrebbe essere una truffa.

Tra i broker che in passato hanno operato con licenza FSA ricordiamo Forex.com UK, FXCM, Alpari UK, iForex, Liquid Markets, UFXMarkets e tanti altri.

Team IT.DailyForex.com
Il team DailyForex è composto da esperti analisti e ricercatori provenienti da tutto il mondo, che osservano giornalmente il mercato per offrire prospettive uniche e analisi utili che possono contribuire a migliorare il tuo trading Forex.

Ti è piaciuto quello che hai letto? Facci sapere cosa ne pensi!

exclamation mark

Assicurati che i tuoi commenti siano appropriati e che non promuovano servizi o prodotti, partiti politici, materiale della campagna o proposte di votazione. I commenti che contengono linguaggio abusivo, volgare, offensivo, minaccioso o molesto o attacchi personali di qualsiasi tipo verranno eliminati. Verranno rimossi anche i commenti che includono contenuti inappropriati.

0 Commenti degli utenti

exclamation mark

Assicurati che i tuoi commenti siano appropriati e che non promuovano servizi o prodotti, partiti politici, materiale della campagna o proposte di votazione. I commenti che contengono linguaggio abusivo, volgare, offensivo, minaccioso o molesto o attacchi personali di qualsiasi tipo verranno eliminati. Verranno rimossi anche i commenti che includono contenuti inappropriati.

Maggiori informazioni
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.