Il Trading con le Criptovalute – Termini e Tattiche

Di: DailyForex

Scelte

Questa guida non è intesa come una guida al trading, e se volete fare trading con le criptovalute, immagino siate già trader competenti. Se volete fare trading inteso come speculazione nel breve periodo utilizzando come base una valuta nazionale, le vostre opzioni sono le agenzie di intermediazione e gli scambi online di strumenti derivati. Al momento della stesura di questo articolo, ci sono circa 40 agenzie di intermediazione in tutto il mondo che offrono la possibilità di fare trading con le criptovalute. Tutte trattano il Bitcoin, circa metà di loro offrono Ethereum e Litecoin, e circa un quarto offre Ripple o Dash. Questo significa che se volete scambiare altre criptovalute oltre il Bitcoin, la scelta probabilmente sarà limitata.

Daily Forex pubblica una lista di agenzie di intermediazione selezionate che offrono la possibilità di fare trading con le criptovalute.Mentre scrivo, all’interno della lista si distinguono eToro e MARKETS.COM per offrire una protezione dal saldo negativo, a significare che un trader è responsabile solo per il denaro che deposita, indipendentemente da ciò che accade.

Leva Finanziaria

In questa guida abbiamo detto che le criptovalute sono estremamente rischiose, e che il valore di una qualsiasi di esse potrebbe scendere quasi a zero in un momento. Per questo motivo il tema della leva finanziaria è molto importante, e molti broker non la offrono per le criptovalute. Circa il 40% offre una leva a meno di 10 a 1, solo pochi salgono ad un massimo di 20 o 30 a 1. Vi prego di comprendere che se scambiate una criptovaluta con leva finanziaria, a meno che il vostro broker non offra una protezione garantita contro il saldo negativo o garantisca stop serrati, potreste finire per essere responsabili per cifre molto superiori al vostro deposito, e a dover affrontare procedimenti legali per qualsiasi debito.

Long e Short

Uno dei vantaggi principali del trading è la possibilità di aprire sia posizioni long che short sulle criptovalute. Potete ricavare profitto scommettendo che il prezzo salirà, e che scenderà.

Spread e Commissioni Notturne

Poiché le criptovalute sono asset molto rischiosi, spread e commissioni in genere sono molto alte paragonate a quelle di asset meno rischiosi. Questo significa che può essere relativamente costoso fare trading nel breve periodo, se si piazzano troppi trade. Gli spread sono alti, in genere oltre i 10$ agli attuali prezzi del mercato, a rappresentare una commissione di circa lo 0,24%, che è elevato.

Inoltre, alcuni broker offrono minimi fino  ad un massimo di 10 Bitcoin, ai quali non potete fare trading per meno di 40.000$, con i prezzi attuali. Ad una tipica leva massima di 10 a 1, dovrete depositare 4.000$ per piazzare un singolo trade di dimensioni minime. Tuttavia, ci sono broker che offrono minimi ad un minimo di 0,10 Bitcoin, del valore di circa 420$ senza leva finanziaria con i prezzi attuali,  che è molto più conveniente. I tassi di finanziamento overnight, per contro, spesso sono ragionevoli. Attualmente, è comune pagare una commissione giornaliera dello 0,07% del valore della posizione. Questo significa che se avete aperto una posizione di 0,10 Bitcoin del valore di 420$, al vostro account verrebbe detratta una commissione dello 0,,07% del totale ogni giorno che viene mantenuta aperta la posizione (0,29$).

Analisi Fondamentale

Ritengo che, mentre una corretta analisi fondamentale può essere uno strumento utile per rendere il trading redditizio, è molto meno importante nel trading con criptovalute rispetto all’analisi tecnica. Una corretta analisi tecnica è assolutamente critica per il trading con le criptovalute, ma se anche l’analisi fondamentale è corretta, potreste acquisire la sicurezza di piazzare trade vincenti con un elevato rapporto rischio-ricompensa (ipotizzando che vi assicuriate di non lasciare che le commissioni notturne diventino troppo elevate lasciando il trade troppo tempo aperto).

Quando si tratta di criptovalute, l’analisi fondamentale è piuttosto limitata (realmente, si tratta solo di decidere se è probabile di avere successo o meno nel futuro a lungo termine). Non esistono misurazioni semplici e ovvie da utilizzare per giustificare tale decisione, forse il numero totale di proprietari, la capitalizzazione di mercato e il numero di imprese importanti che accettano quella valuta come metodo di pagamento. Otre a questi, sarebbe difficile per la maggior parte delle persone formulare un giudizio fondato. Se avete la capacità di formulare un giudizio del genere, allora fantastico, in caso contrario non è un grande svantaggio. Potete tentare di fare trading con successo anche solo con l’analisi tecnica, come fanno molti trader.

Analisi Tecnica

La buona notizia per i trader tecnici è che le criptovalute in generale, e soprattutto il Bitcoin, si comportano in modo molto tecnico, rispettando generalmente i livelli ovvi di supporto e resistenza e le principali linee di trend. Il rispetto dei livelli tecnici ha senso, poiché diversamente dalle valute più importanti che hanno flussi di ordini veri e dirompenti dall’economia reale, fare trading con le criptovalute è quasi interamente speculativo, e rimarrà tale fin quando queste non diventeranno mezzi di scambio molto utilizzati. Tolti attacchi informatici e hard fork, non ci saranno eventi esterni ad influenzare molto il prezzo, eccetto per l’annuncio, da parte di governi e banche, di nuove regole sulla legalità o le operazioni con le criptovalute. Per questo motivo penso che il Bitcoin possa essere il sogno di un analista tecnico, e ho notato, in particolare negli ultimi mesi, che i movimenti di prezzo del Bitcoin sembrano essere molto più chiari dopo aver esaminato i grafici di prezzo storici, di quanto accada con qualsiasi altro strumento nel mercato Forex.

A livello tecnico, Bitcoin ed Ethereum sono in genere le criptovalute più semplici da scambiare. Nel trading, normalmente è preferibile scambiare solo gli strumenti più liquidi, e queste sono di gran lunga le due criptovalute più liquide. Si può riuscire a fare trading con successo con il Bitcoin utilizzando supporti e resistenze per determinare la linea di movimento più probabile e la price action delle candele per individuare le inversioni. La volatilità tipicamente alta può essere un problema perché richiede stop loss ampi, ma in genere i movimenti di prezzo sono così ampi che funzionano. Nel prossimo articolo esamineremo qualche strategia di trading per il Bitcoin.

Adam è un trader Forex che ha lavorato nei mercati finanziari per oltre 12 anni, inclusi 6 anni con Merrill Lynch. Adam è certificato nella Gestionedi Fondi e nella Gestione di investimenti dal Chartered Institute for Securities & Investment del Regno Unito.