Calo dell’inflazione in UK

Una delle funzioni del comitato di politica monetaria ( MPC ) della Banca d'Inghilterra è quello di tenere sotto controllo l'inflazione . Il target per l'inflazione nel Regno Unito è del 2% e il Governatore della Banca d'Inghilterra è tenuto a scrivere al Primo Ministro , David Cameron , per spiegare la situazione se l'inflazione supera il 3% nel Regno Unito. Tuttavia, il MPC è anche responsabile per assicurare la stabilità finanziaria, la fiducia nella moneta del Regno Unito e , naturalmente, fissare i tassi di interesse.

La Banca, in comune con la maggior parte delle principali banche centrali, ha adottato una politica di bassi tassi di interesse che sono progettati nel favorire l'attività economica fornendo denaro " a buon mercato" alle imprese . E’ stato il caso per un po' che il MPC sono stati divisi sull'opportunità di mantenere un basso tasso di interesse a scapito di una maggiore inflazione . Tuttavia, gli aumenti dell'IVA che in vigore dal gennaio scorso e le misure di austerità del governo hanno avuto un effetto sull’andamento della pressione inflazionistica .

La lettura di dicembre dell'indice dei prezzi al consumo nel Regno Unito (CPI ) ha mostrato che l'inflazione si è alleggerita significativamente dal 4. 8% al 4. 2%. Oltre agli effetti della stretta del denaro pubblico, i prezzi più convenienti dell’abbigliamento e del carburante sono stati responsabili per il miglioramento dei dati . Il calo dell'inflazione è il maggior calo mensile dal mese di aprile 2009 e l'inflazione torna ai livelli osservati nel giugno scorso.

L'effetto dell'aumento dell'IVA cadrà fuori dalle statistiche e si prevede che ci saranno ulteriori diminuzioni del prezzo dell'energia , per cui gli analisti si aspettano che inflazione sarà al 3% entro la primavera . La Banca prevede che l'inflazione tornerà al suo target di riferimento entro la fine del 2012.