Il costo umano della crisi

Sembra strano parlare di un rallentamento dell'economia europea, perché sembrava quasi che ci fosse una ripresa dopo la crisi finanziaria globale, ma se si guardano i dati, il caso può certamente essere fatto. Dietro le figure del calo della domanda , la crescita anemica ei tagli di austerità , la vita delle persone reali prendono un duro colpo in questi tempi di crisi economica.

La disoccupazione nella zona euro in 17 nazioni ha raggiunto un livello record di 10. 4% nel mese di dicembre, contro il 10.3% del mese prima. Nel corso dell'anno, da dicembre 2010, 751 000 cittadini dell'Eurozona hanno perso il lavoro , rivelano i dati di Eurostat. Le percentuali ammonterebbero a circa 16. 5 milioni di persone che sono "ufficialmente" senza lavoro nella zona Euro.

Il tasso di disoccupazione è tutt'altro che uniforme. L’Austria gode di una posizione migliore con il più basso livello di disoccupazione nella zona euro con il 4.1% , mentre in Spagna , il 22. 9% della forza lavoro è inattivo - i giovani sono spesso i più colpiti.

In generale, nell’Unione europea , la disoccupazione nei 27 Paesi è al 9.9% o 23.8 milioni di persone. Le prospettive per il 2012 continuano a essere desolanti, con una crescita debole o con una contrazione sulla carta. Il continuo problema della crisi del debito sovrano europeo sta portando a livelli più elevati l’incertezza. Le aziende sono riluttanti ad assumere nuovi dipendenti in tempi di incertezza economica. È probabile che la situazione occupazionale continuerà a deteriorarsi in tutta Europa con le misure di austerità, progettate per erodere le montagne di debiti che le nazioni hanno accumulato.

La crisi del debito è in realtà la percezione dei mercati che alcune nazioni andranno in default sui loro debiti. Questo spinge il costo del denaro ad essere più elevato , sprecando sempre più di denaro al servizio del debito - proprio come un capofamiglia la cui spesa della carta di credito è fuori controllo . Il debito è diventato l'elefante che i politici non possono più permettersi di ignorare. I tagli di bilancio sono l'unico modo per ridurre il debito - o in ogni caso, l'accumulo di debiti ancora maggiore - dal momento che la crescita e i maggiori ricavi sembrano impossibili al momento. Tuttavia, l'inasprimento significa che l'economia sarà spremuta e posti di lavoro andranno persi sia nel settore pubblico che privato. Un equilibrio è chiaramente richiesto .

Commenti

exclamation mark

Assicurati che i tuoi commenti siano appropriati e che non promuovano servizi o prodotti, partiti politici, materiale della campagna o proposte di votazione. I commenti che contengono linguaggio abusivo, volgare, offensivo, minaccioso o molesto o attacchi personali di qualsiasi tipo verranno eliminati. Verranno rimossi anche i commenti che includono contenuti inappropriati.

0 Commenti degli utenti
Aggiungi un Commento

exclamation mark

Assicurati che i tuoi commenti siano appropriati e che non promuovano servizi o prodotti, partiti politici, materiale della campagna o proposte di votazione. I commenti che contengono linguaggio abusivo, volgare, offensivo, minaccioso o molesto o attacchi personali di qualsiasi tipo verranno eliminati. Verranno rimossi anche i commenti che includono contenuti inappropriati.

Maggiori informazioni
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.