Hackerato Coinrail, Bitcoin Perde il 10%

Di: DailyForex.com

Chiunque segua il Forex sarà abituato alle fluttuazioni delle coppie di valute causate dai capricci della propensione degli investitori o dei fondamentali economici. Tali cambiamenti sono in genere molto piccoli e il valore approssimativo delle coppie di valute principali rimane stabile su una scala temporale di mesi. Le fluttuazioni drammatiche che possono avvenire durante la notte non sono molto comuni, ma  vi ricordate cos’è successo durante l'adattamento del franco svizzero del gennaio 2015?

Una banca centrale può utilizzare leve per mantenere la sua valuta, generamente, dove vuole. Ci saranno momenti in cui le banche centrali lavoreranno insieme quando una valuta subirà forti shock - l'esempio recente più lampante è il sostegno allo yen giapponese dopo lo tsunami del 2011. Gli investitori hanno fiducia nelle valute perché sono valute fiat sostenute dallo stato, ma non è così per le criptovalute. Questi meccanismi non esistono nel mondo delle criptovalute non regolamentate.

Durante il fine settimana, il valore del Bitcoin è stato colpito del 10%, cancellando 7,9 miliardi di dollari della capitalizzazione di mercato della valuta virtuale. In circolazione ci sono circa 17 milioni di bitcoin. La ragione della spettacolare caduta è stata una rapina in banca in stile high-tech in cui i criminali sono riusciti a penetrare in Coinrail, un cambio di criptovalute sudcoreano, portando via 37 milioni dollari. In reazione al furto, il valore del bitcoin è sceso da 7211$ a 6764$, ma il crollo ha più a che fare con la vulnerabilità implicita di un portafoglio digitale. La valuta virtuale ha continuato a indebolirsi negli ultimi due giorni e attualmente scambia a 6537$. Al culmine della sua popolarità (il 16 dicembre 2017) un bitcoin era valutato a 19343$, dando alla valuta una capitalizzazione di mercato di 0,33 trilioni di dollari. Attualmente, la capitalizzazione di mercato della valuta è di 0,11$ trilioni, dal nuovo anno sono stati persi due terzi del suo valore.

Quando il bitcoin fu lanciato, la sua unità valeva 0,6$, ma sembra essersi comportata come una classica bolla del mercato azionario, gonfiandosi fino a raggiungere altezze folli prima di ricadere sulla terra. Quest'anno, il grafico del bitcoin mostra tre picchi chiari (e un totale di cinque spalle) ciascuno con un valore massimo al di sotto del precedente, in quanto gli investitori approfittano dei rally nel valore della valuta; tuttavia, l'andamento generale del valore è chiaramente e fortemente ribassista: l'unica domanda è fino a che punto cadrà prima di guadagnare stabilità, o forse le monete virtuali sono un bluff?

Dr. Mike Campbell è uno scienziato ed uno scrittore freelance inglese. Mike ha conseguito il suo dottorato di ricerca a Ghent (Belgio) e, dopo aver lasciato il Regno Unito, ha lavorato in Belgio, Francia, Monaco e Austria. Come scrittore, si è specializzato nell’ambito economico, scientifico, medico e ambientale.