Giappone Evita la Recessione nel Quarto Trimestre

|

Nel corso del 2018, il Giappone è stato vittima di alcuni estremi eventi meteorologici e di attività sismiche che hanno avuto effetti negativi sulla produzione economica della nazione. Questi eventi sono stati parzialmente incolpati di una contrazione economica nel terzo trimestre dello 0,7%.

È stata ora pubblicata la lettura preliminare dei dati per il quarto trimestre, mostrando che l'economia ha gestito una crescita dello 0,3%, evitando così una recessione che viene definita come (almeno) due trimestri consecutivi di contrazione economica. Il livello effettivo della performance è arrivato marginalmente al di sotto delle aspettative che richiedevano una crescita dello 0,4%. La ripresa è stata attribuita a livelli più elevati nei consumi delle famiglie e ad una ripresa particolarmente forte degli investimenti delle imprese a seguito delle precedenti catastrofi naturali.

Considerando l'anno nel suo insieme, l'economia è cresciuta dell'1,4% (migliore dei dati del Q3 inizialmente stimati), in gran parte in linea con le previsioni. Su base storica, l'economia giapponese ha gestito una crescita media annua dello 0,49% (dal 1980 al 2018), con un picco del 3,2% nel secondo trimestre del 1990 e una contrazione record del -4,8% nel primo trimestre 2009.

Il Giappone ha la terza economia più grande al mondo dopo gli Stati Uniti e la Cina e dipende fortemente dalle sue attività di esportazione. Per molti anni, è stata perseguitata dalla deflazione (calo dei prezzi) che ha ostacolato la domanda interna poiché i consumatori hanno ritardato gli acquisti maggiori il più a lungo possibile seguendo l'aspettativa che sarebbero stati più economici quando eventualmente acquistati. Attualmente, sotto le politiche economiche del primo ministro Shinzo Abe, l'economia giapponese sta assistendo a dati positivi, con l’inflazione allo 0,2% rispetto all'1,4% di ottobre.

Lo Yen continua ad essere considerato una valuta di “rifugio sicuro” in tempi di turbolenze economiche. Come nazione esportatrice, in generale il Giappone è vulnerabile alla diminuzione della domanda economica causata da un rallentamento dell'economia globale, e sente chiaramente le conseguenze degli effetti a catena della guerra commerciale tra le due maggiori economie del mondo.

Dr. Mike Campbell è uno scienziato ed uno scrittore freelance inglese. Mike ha conseguito il suo dottorato di ricerca a Ghent (Belgio) e, dopo aver lasciato il Regno Unito, ha lavorato in Belgio, Francia, Monaco e Austria. Come scrittore, si è specializzato nell’ambito economico, scientifico, medico e ambientale.