Nissan Fa Marcia Indietro sulla Decisione di Investire in UK

|

Dopo la decisione del Regno Unito di lasciare l'UE, a livello economico le buone notizie hanno scarseggiato. Per questo motivo, l'annuncio che dopo le rassicurazioni del governo, la Nissan avrebbe investito nel suo stabilimento di Sunderland, nel nord est dell'Inghilterra, per costruire il nuovo X-Trail è stato un raro raggio di sole. A quel tempo, il governo non aveva rivelato quello detto in una lettera a Nissan, ma ha negato fossero stati offerti incentivi finanziari.

Si pensava che la nuova produzione avrebbe creato 741 nuovi posti di lavoro direttamente con più aree alleate. Tuttavia, nel fine settimana, la Nissan ha annullato questa decisione, e invece costruirà il nuovo modello in Giappone. È emerso che il governo del Regno Unito avrebbe concordato fino a 80 milioni di sterline in supporto a Nissan nel caso in cui il progetto fosse proseguito. È stata ora pubblicata una lettera del segretario aziendale di Nissan scritta all'epoca. Nel tentativo di limitare i danni, il governo ha insistito sul fatto che la decisione di Nissan non comporterà alcuna perdita di posti di lavoro nello stabilimento (ma ciò non sorprende in quanto è un'espansione pianificata che è stata annullata).

Nissan ha annunciato la sua decisione domenica. Una delle ragioni alla base della decisione è stata l'incertezza sulla Brexit che ha influito negativamente sull’attività, osservando: “La continua incertezza sulle future relazioni del Regno Unito con l'UE non aiuta le aziende come la nostra a pianificare il futuro”. Il vice presidente esecutivo per la gestione delle modifiche a produzione e fornitura di Nissan, Hideyuki Sakamoto, ha sottolineato che: “Un modello come X-Trail è prodotto in più sedi a livello globale e può quindi essere rivalutato in base al cambiamento dell'ambiente aziendale. Come sempre, Nissan deve fare un uso ottimale dei suoi investimenti globali per i benefici dei suoi clienti”.

Lo stabilimento della Nissan di Sunderland impiega direttamente 6700 lavoratori nel sito e produce 2000 auto al giorno, rendendolo uno dei maggiori imprenditori della regione. La città ha sostenuto il Leave con il 61% nel referendum, ma alcuni lavoratori hanno accusato Nissan di aver taciuto sulle potenziali conseguenze del voto. Un parlamentare locale, Phil Wilson (laburista), ha dichiarato: “eravamo nel mercato unico, nell'unione doganale e nell'UE” (quando Nissan ha investito nel Sunderland) “Se aziende come questa iniziano a pensarci due volte ad investire nel Sunderland e nel Regno Unito, questo comporta uno svantaggio significativo per l'economia di quest'area” comparandolo “all'equivalente di quando sono state chiuse le miniere negli anni ‘80” un evento considerato come un effetto devastante per l'economia regionale.

Dr. Mike Campbell è uno scienziato ed uno scrittore freelance inglese. Mike ha conseguito il suo dottorato di ricerca a Ghent (Belgio) e, dopo aver lasciato il Regno Unito, ha lavorato in Belgio, Francia, Monaco e Austria. Come scrittore, si è specializzato nell’ambito economico, scientifico, medico e ambientale.