La Sterlina Comincia a Presentare Crepe

Il Parlamento non ha approvato il disegno di legge dell'UE sul ritiro, ma ha votato per non lasciare l'UE senza un accordo, tuttavia, poiché il voto non era vincolante per il governo, l'uscita senza un accordo in soli otto giorni rimane un fatto giuridico.

Il primo ministro ha inviato una lettera al Consiglio europeo chiedendo un'estensione del periodo dell’Articolo 50 fino alla fine di giugno. Sembra che l'UE sia disposta a concedere una proroga più breve (al 23/5/19), ma a condizione che l'accordo passi attraverso il parlamento. Rimane poco chiaro (ma probabile) che l'UE conceda un'estensione più lunga in caso di sviluppo sostanziale, ma la May ha ribaltato quello detto al Parlamento la settimana scorsa e ha chiesto solo una breve proroga. Attualmente, sembra altamente improbabile che il parlamento appoggi il suo accordo, in particolare dopo che la notte scorsa è andata alla televisione nazionale dando la colpa dell'impasse al parlamento, nel tentativo di affermarsi dalla parte del popolo britannico, mentre per deduzione, il parlamento non lo era.

Sui mercati valutari, l'unico modo per spiegare la forte posizione della sterlina nei confronti delle altre major, è che gli investitori non pensano avverrà una Brexit. Il Regno Unito ha il potere di revocare la sua notifica ai sensi dell'articolo 50 (A50) del trattato di Lisbona fino alla sua adesione all'UE. Se questo si verificasse, molti tirerebbero un enorme sospiro di sollievo e tornerebbero al solito business (beh ...). Questo vedrebbe la sterlina apprezzarsi contro altre major. La notte prima del referendum, la sterlina era a 1,47$ e 1,30€: attualmente è a 1,31$ e 1,15€, quindi c'è un sacco di guadagno al rialzo. Tuttavia, si sa che i politici sono famosi per non fare la cosa sensata! I livelli attuali arrivano dai massimi di questa settimana a 1,174 euro e a 1,33 dollari, quindi ci sono prove che alcuni investitori si stanno tirando indietro a causa delle prospettive della sterlina.

Il valore Forex della sterlina sarà incredibilmente sensibile agli sviluppi politici man mano che ci si avvicina all'abisso. Qualsiasi cosa renda più probabile la revoca dell’A50, o un altro referendum, spingeranno verso l'alto il suo valore. D'altra parte, gli sviluppi nel Regno Unito o all'interno dell'UE che mirano a un'uscita senza accordo causeranno la sua caduta. La mia ipotesi è che il rischio al ribasso sia molto più forte del guadagno; in altre parole, qualsiasi notizia significativamente negativa farà crollare il valore della sterlina, con gli investitori che cercheranno di tagliare le posizioni long sulla valuta ed evitare di scottarsi le dita. Il buon senso suggerisce che il governo revocherà l'A50 piuttosto che rischiare un'uscita disordinata, ma il buon senso e la politica non vanno molto d’accordo.

Dr. Mike Campbell è uno scienziato ed uno scrittore freelance inglese. Mike ha conseguito il suo dottorato di ricerca a Ghent (Belgio) e, dopo aver lasciato il Regno Unito, ha lavorato in Belgio, Francia, Monaco e Austria. Come scrittore, si è specializzato nell’ambito economico, scientifico, medico e ambientale.