Annunciato il Nuovo Disegno di Legge della May

|

Il Regno Unito ha i giorni contati. Doveva lasciare l'UE il 29 marzo 2019, ma una legge fondamentale, la proposta di ritiro dall'UE, non è riuscita a passare. Alla fine, questo problema ha indotto il Regno Unito a chiedere all'UE per due volte un’etensione al periodo di preavviso ai sensi dell'articolo 50 del trattato di Lisbona. L'attuale proroga scadrà il 31 ottobre 2019 e, a meno che la nazione non approvi la legge sul ritiro dall'UE (o qualcosa di simile che l'UE possa accettare), chiederà un'ulteriore estensione (in termini reali o per elezioni generali o per un ulteriore referendum) o la revoca entrerà in vigore dal 1° novembre 2019 senza un periodo transitorio e senza un accordo.

Era il caso di tenere delle discussioni serie e sincere con tutte le parti interessate per cercare di trovare un terreno comune che consentisse un'uscita intermediata. I colloqui hanno in effetti avuto luogo, ma è stato abbastanza ovvio che né l'opposizione né il governo erano disposti a muoversi significativamente dalle loro posizioni iniziali.

In quello che la maggior parte dei commentatori descrive come un semplice esercizio di riconfezionamento, la May ha affermato che presenterà un disegno di legge europeo sul ritiro nella prima settimana di giugno. Benché abbia identificato dieci punti che, a suo dire, fa di questa un “offerta nuova e audace”, si tratta di punti a lungo acquisiti o misure palliative che difficilmente sopravviveranno a lungo dopo che lascerà. Una volta presentato il disegno di legge dovrà annunciare il calendario delle sue dimissioni.

Il “nuovo” disegno di legge non ha guadagnato amici, e ha fatto infuriare i sostenitori della Brexit “dura” nel Partito Conservatore che si opporranno alla nuova legge mentre alcuni parlamentari l'hanno sostenuta nel suo ultimo tentativo; la leadership laburista ha chiarito che respingerà il disegno di legge.

La continua impasse e la prospettiva di un’uscita “senza accordo” hanno portato la Sterlina ai minimi su quattro mesi contro le altre principali valute. Mentre la maggioranza dei parlamentari Tory si oppone a un'uscita “senza accordo”, si dice sia un argomento popolare tra i membri del partito, a significare l’effettiva possibilità che il prossimo leader del partito possa sostenere un simile approccio (comunque economicamente suicida).

Dr. Mike Campbell è uno scienziato ed uno scrittore freelance inglese. Mike ha conseguito il suo dottorato di ricerca a Ghent (Belgio) e, dopo aver lasciato il Regno Unito, ha lavorato in Belgio, Francia, Monaco e Austria. Come scrittore, si è specializzato nell’ambito economico, scientifico, medico e ambientale.