Le Attività di Trading della Scorsa Settimana in Prospettiva

Dr.Mike Campbell

Le Attività di Trading della Scorsa SettimanaIl 12 dicembre il Regno Unito terrà le elezioni generali che potrebbero o meno risolvere la Brexit. A causa del rallentamento dell'economia globale, la Federal Reserve ha agito per ridurre il tasso di interesse dello 0,25% nel tentativo di stimolare l'economia degli Stati Uniti. Il taglio dei tassi rende il Dollaro meno attraente per gli investitori.

Mercati azionari

In Europa, nel corso della settimana, il FTSE ha registrato un calo dello 0,3% rispetto alla chiusura della settimana precedente, assestandosi a quota 7302,4; il Dax tedesco ha chiuso ai 12961, in rialzo dello 0,51% rispetto alla chiusura della scorsa settimana; il CAC francese è aumentato dello 0,69% per terminare la sessione ai 5761,9.

Il Dow ha chiuso la settimana in rialzo dell'1,4% chiudendo a quota 27347. L'indice del Nasdaq composito è aumentato dell'1,7% nel corso della settimana, attestandosi ai 8386,4.

Il giapponese Nikkei 225 ha chiuso la settimana in rialzo dello 0,22% per terminare la sessione a quota 22851.

Mercati valutari

La scorsa settimana sui mercati valutari la sterlina inglese ha visto gli scambi migliori. Il dollaro si è indebolito contro la sterlina la scorsa settimana chiudendo agli 1,2947$ a sterlina, segnando una perdita settimanale dello 0,89% . Il biglietto verde si è indebolito anche contro l'euro la scorsa settimana, scendendo dello 0,78% per chiudere agli 1,1169$  a euro.

Il Dollaro si è indebolito anche  nei confronti della valuta giapponese, chiudendo ai 108,2 Yen a Dollaro, registrando una perdita settimanale dello 0,52%.

L'Euro si è rafforzato contro lo Yen, chiudendo ai 120,8, con un guadagno dello 0,18% nel corso della settimana. La valuta comune si è indebolita anche rispetto alla sterlina la scorsa settimana, la chiusura ha visto 1£ acquistare 1,1592€, una perdita dello 0,11% sulla settimana.

L'euro ora acquista 1,1007 CHF, una perdita settimanale dello 0.12%.

Mercati delle materie prime

Sul mercato delle materie prime, il prezzo del petrolio greggio Brent si è chiuso a quota  61,69$ al barile, con un aumento dell'8,9% nel corso degli scambi settimanali. Il valore dell'oro era più elevato la scorsa settimana, chiudendo ai 1511,6$ per oncia, con un aumento dello 0,81% rispetto alla settimana.

I dati che supportano questo articolo sono tratti da Bloomberg, The Financial Times e X-rate.

Dr.Mike Campbell
Dr. Mike Campbell è uno scienziato ed uno scrittore freelance inglese. Mike ha conseguito il suo dottorato di ricerca a Ghent (Belgio) e, dopo aver lasciato il Regno Unito, ha lavorato in Belgio, Francia, Monaco e Austria. Come scrittore, si è specializzato nell’ambito economico, scientifico, medico e ambientale.

Ti è piaciuto quello che hai letto? Facci sapere cosa ne pensi!

exclamation mark

Assicurati che i tuoi commenti siano appropriati e che non promuovano servizi o prodotti, partiti politici, materiale della campagna o proposte di votazione. I commenti che contengono linguaggio abusivo, volgare, offensivo, minaccioso o molesto o attacchi personali di qualsiasi tipo verranno eliminati. Verranno rimossi anche i commenti che includono contenuti inappropriati.

0 Commenti degli utenti

exclamation mark

Assicurati che i tuoi commenti siano appropriati e che non promuovano servizi o prodotti, partiti politici, materiale della campagna o proposte di votazione. I commenti che contengono linguaggio abusivo, volgare, offensivo, minaccioso o molesto o attacchi personali di qualsiasi tipo verranno eliminati. Verranno rimossi anche i commenti che includono contenuti inappropriati.

Maggiori informazioni
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.