Analisi Fondamentale Forex 2020

|

analisi fondamentale

Osservando i fondamentali economici e le politiche della banca centrale di tutte le principali valute Forex, iniziamo l'anno 2020 con gli Stati Uniti e i dollari canadesi come le valute nelle posizioni più forti, mentre lo yen giapponese e il dollaro australiano sono nelle posizioni più deboli. Tali situazioni fondamentali, una volta stabilite, tendono a persistere per qualche tempo.

Anche se sei d'accordo con la mia analisi, questo non significa che dovresti semplicemente aprire subito un long trade in USD/JPY, per esempio, e restare stretto. Credo che l'analisi fondamentale debba essere utilizzata SOLO come filtro per confermare l'analisi tecnica. Ciò significa che se l'USD/JPY crea nuovi prezzi elevati a lungo termine, è possibile negoziare con questa tendenza lunga e utilizzare la mia analisi fondamentale di queste valute per confermare lo scambio e avere più fiducia in esso. La price action è più importante dell'analisi fondamentale.

Nella mia ultima analisi fondamentale sul Forex annuale, alla fine del 2017, ho definito  long USD/CAD come il trade fondamentale più forte per il prossimo anno. Durante il 2018, il valore della coppia di valute USD/CAD è aumentato dell'8,48%.

Costruire un'analisi fondamentale delle principali valute

Il primo passo è condurre un'analisi fondamentale di base di ciascuna delle otto principali valute globali più rilevanti per gli operatori Forex, esaminando lo stato attuale dei principali indicatori economici e delle politiche della banca centrale e dei tassi di interesse. Inoltre, è importante vedere dove puntano le previsioni di consenso. Quindi, diamo un'occhiata alle otto principali valute importanti per i trader Forex una per una.

Dollaro Americano

Il tasso di interesse pagato dalla banca centrale del dollaro, la Federal Reserve, è poco meno dell'1,75%. Questo è relativamente alto, solo un pò meno di quello pagato dalla Banca del Canada, il che significa che a breve termine il tasso di interesse dovrebbe contribuire ad un aumento del valore del Dollaro. Tuttavia, i differenziali di velocità sono piuttosto piccoli, quindi potrebbe non essere un fattore forte. I mercati si aspettano che la Federal Reserve mantenga i tassi costanti nei prossimi mesi e l'azione più recente è stata una riduzione dei tassi.

Il prodotto interno lordo è attualmente in corso ad un tasso annualizzato di aumento del 2,1%, leggermente superiore alle aspettative. La maggior parte delle previsioni prevede che il tasso di crescita rallenterà leggermente nel 2020, ma sarà ancora relativamente positivo del 2,0%.

L'inflazione è attualmente all'1,8%, il che significa che il tasso di interesse reale è molto marginalmente negativo.

Si può dire che la Federal Reserve sia in modalità neutrale: non sta né restringendo né allentando la politica monetaria, ma sta osservando a margine.

Euro

Il tasso di interesse pagato dalla Banca centrale europea è approssimativamente pari a zero. Questo è relativamente basso, superiore solo al Giappone e alla Svizzera, il che significa che nel breve termine questo tasso di interesse dovrebbe contribuire ad una riduzione del valore dell'euro. I mercati prevedono che la BCE manterrà i tassi stabili nei prossimi mesi, ma la loro azione più recente da parte della BCE sui tassi è stata una riduzione dei tassi.

Il prodotto interno lordo è attualmente in corso ad un tasso annualizzato di aumento dell'1,4%, leggermente superiore alle attese. La maggior parte delle previsioni prevede che il tasso di crescita aumenterà leggermente nel 2020, all'1,6%.

L'inflazione è attualmente allo 0,7%, il che significa che il tasso di interesse reale è negativo -0,7%.

Si può dire che la BCE sia in una modalità neutrale per quanto riguarda la politica monetaria complessiva.

Yen Giapponese

Un tasso di interesse negativo è imposto dalla Banca del Giappone, a -0,1%. Questo è basso, superiore solo al tasso svizzero, il che significa che a breve termine il tasso di interesse dovrebbe contribuire ad una riduzione del valore dello Yen. I mercati si aspettano che la Banca del Giappone sia incline a tagliare ulteriormente il suo tasso già negativo nei prossimi mesi.

Il prodotto interno lordo è attualmente in corso ad un tasso annualizzato di aumento dello 0,8%, leggermente inferiore alle aspettative. La maggior parte delle previsioni prevede che il tasso di crescita diminuirà nel 2020, fino a raggiungere solo lo 0,5%.

L'inflazione è attualmente allo 0,2%, il che significa che il tasso di interesse reale è negativo -0,3%.

Si può dire che la Banca del Giappone si sta inclinando verso una politica monetaria più libera.

Sterlina Inglese

Il tasso di interesse pagato dalla banca centrale della Sterlina, la Banca d'Inghilterra, è dello 0,75%. Questo è nella media, né alto né basso in termini relativamente. I mercati si aspettano che la Banca d'Inghilterra mantenga i tassi stabili nei prossimi mesi, ma l'azione più recente è stata un aumento dei tassi.

Il prodotto interno lordo è attualmente in corso ad un tasso annualizzato di aumento dell'1,0%, leggermente inferiore alle aspettative. La maggior parte delle previsioni prevede che il tasso di crescita aumenterà nel 2020, raggiungendo un 1,6% più salutare. I termini precisi della Brexit, che probabilmente avverrà alla fine di gennaio 2020, sono ancora sconosciuti, quindi è possibile che la Brexit abbia un impatto negativo sulla crescita del 2020.

L'inflazione è attualmente all'1,8%, il che significa che il tasso di interesse reale è negativo -1,05%.

Si può dire che la Banca d'Inghilterra si sta inclinando verso una politica monetaria più libera.

Franco svizzero

Un tasso di interesse negativo è imposto dalla Banca nazionale svizzera al -0,75%. Questo è molto basso, il che significa che a breve termine il tasso d' interesse dovrebbe contribuire ad una riduzione del valore del franco. I mercati si aspettano che la Banca nazionale non effettuerà tagli o aumenti nel prossimo futuro. L'ultimo tasso d'azione della Banca nazionale è stato un taglio.

Il prodotto interno lordo è attualmente in corso ad un tasso annualizzato di aumento dello 0,8%, un po 'più basso del previsto. La maggior parte delle previsioni prevede che il tasso di crescita aumenterà nel 2020, all'1,7%.

L'inflazione è attualmente allo 0,3%, il che significa che il tasso di interesse reale è negativo -1,05%.

Si può dire che la Banca nazionale stia attuando una politica monetaria allentata, dovuta principalmente al fatto che il CHF è un "bene rifugio", ma un CHF troppo forte danneggia il settore non bancario dell'economia svizzera, quindi il tasso di interesse è mantenuto molto Basso.

Dollaro canadese

Il tasso di interesse pagato dalla banca centrale del Loonie, la Banca del Canada, è dell'1,75%. Questa è la più alta di tutte le principali valute globali. I mercati si aspettano che la Banca del Canada mantenga i tassi stabili nei prossimi mesi, ma l'azione più recente è stata una riduzione dei tassi.

Il prodotto interno lordo è attualmente in corso ad un tasso annualizzato di aumento dell'1,7%, leggermente inferiore alle aspettative. La maggior parte delle previsioni prevede che il tasso di crescita scenderà fortemente nel 2020, raggiungendo solo lo 0,6%.

L'inflazione è attualmente all'1,75%, il che significa che il tasso di interesse reale è effettivamente zero.

Si può dire che la Banca del Canada si sta inclinando verso una politica monetaria rigorosa, rendendola insolita tra le nazioni più ricche. Tuttavia, molti analisti ritengono probabile che la Banca del Canada sarà costretta ad allentare la politica monetaria, probabilmente tagliando i tassi, più avanti nel 2020.

Dollaro australiano

Il tasso di interesse pagato dalla Banca Centrale Australiana, è dello 0,75%. Questo è nella media, né alto né basso in termini relativamente. I mercati prevedono che l'RBA manterrà i tassi stabili nei prossimi mesi, anche se presto un ulteriore taglio non sarebbe una grande sorpresa. L'azione più recente sui tassi è stata una riduzione dei tassi.

Il prodotto interno lordo è attualmente in corso ad un tasso annualizzato di aumento dell'1,7%, leggermente inferiore alle aspettative. La maggior parte delle previsioni prevede che il tasso di crescita scenderà fortemente nel 2020, raggiungendo solo lo 0,8%.

L'inflazione è attualmente all'1,90%, il che significa che il tasso di interesse reale è effettivamente un -1,15% negativo.

Si può dire che l'RBA si sta inclinando verso una politica monetaria più libera. Molti analisti ritengono probabile che la RBA sarà costretta ad allentare la politica monetaria, probabilmente tagliando i tassi, più avanti nel 2020.

Dollaro neozelandese

Il tasso di interesse pagato dalla banca centrale del Kiwi, la Banca Centrale della Nuova Zelanda, è dell'1,00%. Questo è un po 'sopra la media in termini relativi. I mercati si aspettano ampiamente che la RBNZ dovrà presto tagliare il suo tasso. La RBNZ ha sorpreso gli analisti trasmettendo un taglio previsto alla fine del 2019.

Il prodotto interno lordo è attualmente in corso ad un tasso annuale di aumento del 2,1%, il più alto di tutte le principali nazioni delle valute globali. La maggior parte delle previsioni prevede che il tasso di crescita scenderà fortemente nel 2020, raggiungendo solo lo 0,8%.

L'inflazione è attualmente all'1,70%, il che significa che il tasso di interesse reale è effettivamente un -0,70% negativo.

Si può dire che l'RBA si sta inclinando verso una politica monetaria più libera. Molti analisti ritengono probabile che la RBNZ sarà costretta ad allentare la politica monetaria, probabilmente tagliando i tassi, più avanti nel 2020.

Stato fondamentale attuale delle principali valute

Ora abbiamo le informazioni, possiamo costruire un foglio di calcolo per aiutarci a determinare quale verdetto dare a ciascuna valuta. Questa è un'arte tanto quanto la scienza, in quanto non esiste un singolo fattore che può determinare automaticamente la forza o la debolezza fondamentale di una valuta. I dati sono codificati a colori e quindi le classifiche generali sono assegnate nella colonna di destra.

dati del fondamentale

Valute con Fondamentali Forti

Siamo in un ambiente di tassi di interesse generalmente bassi e politica monetaria allentata. Ciò significa che quasi tutte le valute sono relativamente "deboli". Una statistica che lo dimostra è che qui non esiste una sola valuta che dia veramente un rendimento positivo: ogni singola valuta è soggetta a un tasso di inflazione pari o superiore al suo tasso di interesse.

Il rendimento di una valuta è uno dei due principali fattori fondamentali, motivo per cui considero forti gli Stati Uniti e i dollari canadesi. Ciò è rafforzato dal fatto che i tassi di crescita economica in entrambi i paesi sono forti. Il secondo fattore principale è la politica e l'atteggiamento delle banche centrali, e negli Stati Uniti e in Canada abbiamo due banche centrali che hanno recentemente inasprito la politica monetaria, o almeno rifiutato di allentare la politica monetaria, piuttosto che allentarla. Probabilmente, il dollaro USA ha fondamentali più solidi rispetto al dollaro canadese, perché la crescita economica negli Stati Uniti dovrebbe a malapena diminuire dal suo attuale livello sano, mentre il PIL canadese dovrebbe scendere fortemente, anche se ci sono stati segnali che questo autunno non sta andando accadere con la forza che ci aspettavamo.

Valute con fondamentali deboli

Il Giappone sembra avere i fondamentali più deboli: tassi negativi, rendimento gravemente negativo e crescita economica relativamente bassa. Anche l'Australia sembra problematica poiché si prevede un grande rallentamento economico, mentre l'inflazione è forte e anche il rendimento della valuta è significativamente negativo.

Analisi fondamentale del trading

È fondamentale che l'analisi fondamentale venga utilizzata come filtro solo per determinare quale negoziazione intraprendere, se viene utilizzata come metodo di negoziazione. Questo perché le strategie di trading meccanico basate su indicatori fondamentali funzionano anche peggio di quelle basate su indicatori tecnici. Di tutte le strategie fondamentali, la negoziazione di valute con tassi di interesse più elevati a lungo rispetto a valute con tassi di interesse più bassi ha teso a funzionare relativamente bene.

Un altro fattore è che il sentimento del mercato può spingere il denaro in una valuta anche se i fondamentali della valuta sono deboli. Un buon esempio è lo yen giapponese. Se l'attuale mercato rialzista delle azioni statunitensi si blocca con un mercato ribassista, ci si può aspettare che il denaro fluisca nello yen giapponese come valuta “bene rifugio”, indipendentemente dalla salute economica del Giappone o dal tasso di interesse negativo.

È meglio utilizzare una strategia di trading basata sui prezzi e utilizzare l'analisi fondamentale per decidere se effettuare o meno le negoziazioni. Un approccio simile è quello di rischiare di più su operazioni in linea con la tua analisi fondamentale.

Adam è un trader Forex che ha lavorato nei mercati finanziari per oltre 12 anni, inclusi 6 anni con Merrill Lynch. Adam è certificato nella Gestionedi Fondi e nella Gestione di investimenti dal Chartered Institute for Securities & Investment del Regno Unito.