Euro guadagna terreno


L'Euro ha segnato notevoli guadagni in apertura di settimana. Il futuro presidente degli Stati Uniti Barack Obama domenica aveva presentato il più vasto programma economico degli Stati Uniti dal 1950 e riaccendendo così l'appetito di rischio degli investitori.

Lunedì l’Euro guadagnava 1.6 per cento nei confronti dello Yen, portandosi a 119,96 Yen, in quanto gli investitori hanno nuovamente ripreso con le pratiche di “currency carry trade” a scapito della moneta Giapponese. "Tutto ciò che riduce l'avversione al rischio e solleva il mercato azionario, ha effeti negativi sullo Yen", ha detto Ulrich Leuchtmann analista valutario della Commerzbank a Francoforte. Il consiglio di gabinetto di Obama seguirà una linea molto attiva nel contrastare la recessione. In questo modo dovrebbe ridimensionarsi il timore di un rallentamento economico mondiale. A detta di Leuchtmann, finora lo Yen avrebbe beneficiato dell’avversione al rischio sentita dagli investitori. Nei confronti del dollaro, l'euro guadagna il 1,4 per cento portandosi a 1,2899 dollari.

La Sterlina britannica ha beneficiato anch’essa della crescente voglia di rischio e registrando il maggiore incremento nei confronti del Greenback, nell’arco di più di cinque settimane. Nel picco più alto la Sterlina ha guadagnato il 2.5 per cento portandosi a 1,5048 Dollari. In pratica, nei confronti dell’Euro la Sterlina ha perso tutto il guadagno registrato Venerdì (0,4 per cento), portandosi fino a 86,99 Pence. Durante la scorsa settimana la moneta britannica aveva toccato il minimo storico nei confronti dell'euro.