Inizio della Settimana Mista con Azioni e Valute

|

I mercati asiatici erano in cerca di una direzione lunedì, mentre i trader guardavano verso l'incontro tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il presidente cinese Xi Jinping che si svolgerà alla fine della settimana. Il trading agitato di lunedì arriva dopo un tranquillo weekend festivo negli Stati Uniti . Ciò è stato rovinato dalle preoccupazioni persistenti dei trader sulle questioni del commercio mondiale e al continuo eccesso di offerta di petrolio.

Sui mercati asiatici, i leader di lunedì includevano Kospi dalla Corea del Sud, che era in rialzo dell'1,24% a partire dalle 3:06 del pomeriggio. HK / SIN, l'indice Hang Seng di Hong Kong che è salito dell'1,44 per cento nel tardo pomeriggio e il Nikkei 225 in Giappone che è salito dello 0,76 per cento. L'ASX 200 australiano è sceso dello 0,78% mentre gli indici principali della Cina, lo Shanghai Composite e lo Shenzhen Composite hanno perso rispettivamente lo 0,31% e lo 0,19%.

Sui mercati delle materie prime, i prezzi del petrolio hanno recuperato leggermente dal diffuso selloff di venerdì che ha portato i prezzi ai minimi di 13 mesi. Cominciano a circolare voci secondo cui l'OPEC attuerà un taglio dell'offerta "segreto" che contribuirà ad aumentare i prezzi senza sconvolgere il presidente Trump, che ha espresso soddisfazione pubblica per il calo dei prezzi del petrolio. Secondo i rapporti della CNBC e del Wall Street Journal, il taglio richiederebbe all'Arabia Saudita di frenare la produzione di 1 milione di barili al giorno. I futures sul greggio Brent sono saliti del 2,19% per un rinnovato ottimismo dei trader, portando la merce a 60,09 $ al barile. I futures statunitensi WTI sono aumentati dell'1,47% a 51,16 $ al barile.

Movimenti valutari

Domenica in Europa, i leader dell'UE hanno dato il loro sostegno ufficiale al piano Brexit del Primo Ministro del Regno Unito Theresa May. La notizia ha fatto salire le valute europee, con l'euro scambiato sullo 0,18 per cento rispetto al dollaro a 1,1361 $. Anche la sterlina è salita rispetto al dollaro, scambiato a 1,2825 $, con un guadagno dello 0,10 percento.

Domenica scorsa, i prezzi del Bitcoin sono scesi sotto i 3500 $ per la prima volta da settembre 2017, un altro forte calo da quando la criptovaluta è scesa sotto il 6000 $ per la prima volta all'inizio di questo mese. La criptovaluta era scambiata a  4.010,01 $ nel tardo pomeriggio dell'Asia secondo Coinbase, un calo del 37,43% dal mese scorso e un calo del 35% rispetto alla scorsa settimana.

Sara Patterson ha un Master in Scienze Politiche e si occupa dell’analisi di entrambi gli eventi attuali e dei mercati internazionali per ottenere un quadro più completo del mercato valutario. Prima di passare alla scrittura finanziaria, ha insegnato inglese scritto agli studenti delle scuole superiori. I testi di Sara sono stati pubblicati su diversi blog finanziari e Forex.