Crescita Migliore delle Attese, Dollaro Più Alto

Il dollaro USA è salito più in alto rispetto allo yen giapponese, dopo che un PIL inaspettatamente ottimista ha contribuito a sollevare il biglietto verde. L'US Bureau of Economic Statistics ha riportato giovedì che i risultati preliminari del PIL del quarto trimestre sono stati del 2,6% annualizzati, superiori al 2,3% previsto ma ancora ben al di sotto della lettura del 3,4% del periodo precedente. Su base trimestrale, il PIL preliminare è stato segnalato al 2,0%, contro un 1,7% previsto. Anche il consumo personale core è stato superiore alle previsioni, all'1,7% rispetto all'1,6% previsto. Nel complesso, la notizia è stata sufficiente a stuzzicare l'entusiasmo per il Dollaro, che di conseguenza è salito generalmente più in alto.

Come riportato alle 10:37 (JST) di Tokyo, la coppia USD/JPY è stata scambiata a 111,7110 Yen, in rialzo dello 0,2963% e uscendo dal picco precedente di 111,745 Yen. La coppia EUR/USD è stata scambiata al ribasso a 1,1366$, in calo dello 0,022%, mentre la coppia GBP/USD era a 1,3258$ , in calo dello 0,2354%.

PMI Cina non aiuta la coppia AUD/USD

Il dollaro australiano non è stato in grado di mantenere lo slancio positivo nei confronti del dollaro USA dopo le ultime letture contrastanti sul settore manifatturiero cinese. Giovedì è stato pubblicato il PMI manifatturiero di NBS di febbraio con i dati riportati al 49,2, con la lettura attesa di 49,5. La pubblicazione odierna del Caixin Manufacturing PMI, che ha mostrato una lettura del 49,9% a febbraio, oltre il 48,5 previsto non ha migliorato il sentiment. Per riferimento, 50,0 è la soglia che separa la contrazione dall'espansione all'interno del settore. L'AUD/USD è stato scambiato a 0,7706$, in calo dello 0,1901%, spostandosi dal precedente picco di 0,71095$.

Barbara Zigah è una giornalista freelance che vive in Ghana. E’ specializzata in contenuti che riguardano il Forex: i suoi lavori online sono apparsi nell’IB Times, NASDAQ, Benzinga e Seeking Alpha.