Il Parlamento Britannico Respinge il no-deal Brexit

Dopo un altro turno di votazioni mercoledì, la Camera dei comuni britannica ha respinto la possibilità di lasciare l'Unione europea senza un accordo. I parlamentari britannici Caroline Spelman e Jack Dromey hanno introdotto e votato un emendamento che escludeva una Brexit senza accordo in qualsiasi circostanza e in qualsiasi momento, che è stata approvata da 312 voti contro 308, un margine molto stretto che mostra quanto sia diviso il Parlamento.

I risultati sono stati seguiti da un'altra tornata di votazione, in cui i parlamentari hanno votato un emendamento che obbligherebbe il governo della May a preparare un piano dettagliato in caso di uscita non ordinata dall'Unione. Tuttavia, il cosiddetto "compromesso di Malthouse" è stato respinto da una maggioranza sostanziale, con 374 voti contrari e 164 a favore.

Un terzo emendamento che respingeva un Brexit senza accordo, modificato dal governo, è stato approvato con 321 voti favorevoli e 278 contrari.

Theresa May ha espresso il suo sollievo dopo le votazioni, sottolineando il fatto che il parlamento rifiuti una caotica Brexit, questa è una buona notizia. Tuttavia, poiché tali dichiarazioni non sono legalmente vincolanti, al fine di evitare un'uscita non ordinata, il governo dovrà presentare una petizione per modificare la scadenza, che è attualmente fissata per il 29 marzo.

"L'inadempienza legale nelle leggi dell'UE e del Regno Unito è che il Regno Unito se ne andrà senza un accordo a meno che non sia concordato qualcos'altro, ora ognuno di noi in quest'aula può sapere di cosa si tratta", ha detto il Premier britannico.

Se il parlamento britannico non appoggerà gli accordi contro un'uscita non ordinata nei prossimi giorni, allora il Regno Unito sarà costretto a partecipare alle elezioni europee, un risultato indesiderato per il primo ministro britannico.

Ancora oggi il parlamento voterà per chiarire la possibilità di chiedere a Bruxelles una proroga, che fisserebbe un nuovo termine alla fine di giugno.

Sara Patterson ha un Master in Scienze Politiche e si occupa dell’analisi di entrambi gli eventi attuali e dei mercati internazionali per ottenere un quadro più completo del mercato valutario. Prima di passare alla scrittura finanziaria, ha insegnato inglese scritto agli studenti delle scuole superiori. I testi di Sara sono stati pubblicati su diversi blog finanziari e Forex.