S&P 500, Nasdaq Raggiungono Nuovi Massimi Storici, Dow Jones Scende

|

indici di borsaL'S&P 500 e il Nasdaq hanno raggiunto nuovi massimi storici mercoledì, guidati da forti relazioni sugli utili  e da una rialzo nel settore tecnologico, in particolare nel campo dei semiconduttori. Il Nasdaq ha chiuso in rialzo dello 0,85 % mentre l'S&P500 è salito dello 0,47 %. Il Dow Jones Industrial Average non ha condiviso i guadagni delle sue controparti, in calo dello 0,29% nel corso della giornata a causa in gran parte delle perdite di Boeing e Caterpillar. Le perdite di Boeing sono state attribuite alle sue lotte di sicurezza nell'ultimo trimestre che ha mantenuto a terra i suoi 737 jet Max. Le perdite di Caterpillar possono essere attribuite in parte alle tariffe tra Stati Uniti e Cina che hanno comportato un aumento dei costi.

Tuttavia, nonostante queste perdite, gli analisti credono in gran parte che la stagione degli utili sia iniziata in modo positivo; con quasi il 25 % delle azioni S&P segnalate e il 78 % di quelle che mostrano profitti migliori del previsto.

Le azioni asiatiche hanno preso spunto da Wall Street giovedì, scambiando in modo contrastato al mattino presto. Il Shanghai Composite è sceso dello 0,05 % rispetto alle 10:27 di Hong Kong / SIN e il Kospi della Corea del Sud è sceso dello 0,88 %. I maggiori guadagni sono stati visti dal Nikkei 225 che era cresciuto dello 0,27 % e dall'ASX 200 australiano che era aumentato dello 0,31 %. Anche l'Indice Hang Seng di Hong Kong e il Composito di Shenzhen hanno registrato modesti guadagni.

I dati provenienti dagli Stati Uniti mercoledì hanno mostrato che l'attività manifatturiera si è innalzata ai minimi di 10 anni all'inizio di questo mese, con volumi di produzione e livelli di acquisto inferiori. I livelli di produzione più lenti abbinati a dati abitativi deboli hanno il potenziale per creare difficoltà economiche e sfidare l'attuale corsa al rialzo del mercato. Altri dati negativi pubblicati mercoledì hanno mostrato una riduzione dell'occupazione in fabbrica che ha posto fine a un periodo di sei anni di continua creazione di posti di lavoro nel campo manifatturiero.

Movimenti di valuta

Nonostante i dati deboli pubblicati mercoledì, il dollaro USA è stato leggermente modificato giovedì mattina, con l'indice del dollaro scambiato solo dello 0,02 % a 97,71. DXY. Il biglietto verde è leggermente diminuito rispetto allo yen, scendendo dello 0,03 % a 108,14. Il dollaro è rimasto piatto rispetto alla sterlina britannica, mentre è sceso dello 0,05 % rispetto al dollaro canadese, scambiando a 1,3133 $.

Ora tutti gli occhi sono puntati sulla Federal Reserve americana, che si incontrerà la prossima settimana e stabilirà se tagliare i tassi di interesse per la prima volta in dieci anni.

Sara Patterson ha un Master in Scienze Politiche e si occupa dell’analisi di entrambi gli eventi attuali e dei mercati internazionali per ottenere un quadro più completo del mercato valutario. Prima di passare alla scrittura finanziaria, ha insegnato inglese scritto agli studenti delle scuole superiori. I testi di Sara sono stati pubblicati su diversi blog finanziari e Forex.