I Mercati Asiatici Sono Misti dopo che Wall Street ha Raggiunto Livelli Record

Sara Patterson

mercati asiaticiIl presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha detto lunedì che si aspetta che una parte dell'accordo commerciale tra gli Stati Uniti e la Cina arrivi prima del previsto, sebbene in modo tipico, non ha fornito maggiori dettagli su quali parti saranno completate in anticipo, o quando potrebbero esserci. La notizia ha incoraggiato l'ottimismo nei mercati, ma non è bastato a mantenere i benchmark asiatici completamente in verde martedì pomeriggio.

Il Nikkei 225 del Giappone era in aumento dello 0,41 % alle 13:46 HK / SIN, a livelli mai visti da ottobre 2018. Anche l'ASX 200 di Austalia ha registrato un modesto 0,07 %. I due indici di riferimento cinesi sono stati scambiati in ribasso nonostante l'annuncio, con lo Shanghai Composite in calo dello 0,062 % e lo Shenzhen Composite in calo dello 0,50 %. L'indice Hang Seng di Hong Kong è sceso dello 0,52 %. Nonostante le aspettative di Trump per un primo accordo commerciale, i trader rimangono cautamente ottimisti. Un accordo commerciale, anche in tempo, potrebbe aiutare a rilanciare l'economia globale, mentre l'accordo potrebbe ancora sbriciolarsi in qualsiasi momento fino alla sua firma, il che manderebbe ulteriormente l'economia globale in crisi.

Al momento, i prodotti agricoli sono al centro dei colloqui commerciali; Pechino sta chiedendo agli Stati Uniti di rimuovere alcune delle tariffe che ha imposto sui prodotti cinesi e si è impegnata ad acquistare altri semi di soia dagli Stati Uniti in cambio della cancellazione di tali tariffe. Una complicazione, tuttavia, è che gli Stati Uniti vogliono che la Cina si impegni ad acquistare i suoi semi di soia per un prezzo specifico in un programma specifico, mentre la Cina desidera mantenere questi termini flessibili.

L'S&P 500 ha chiuso a livelli record lunedì, chiudendo allo 0,56 % per la giornata. Il Nasdaq ha chiuso in rialzo dell'1,01 % mentre il Dow Jones Industrial Average ha chiuso in rialzo dello 0,49 %.

Movimenti valutari

Sui mercati valutari, lo yen è stato moderatamente inferiore poiché i trader hanno cautamente preso coscienza del bene rifugio nella speranza che si concretizzasse un accordo commerciale. Il dollaro USA è salito dello 0,04 % contro lo yen a 108,97. Sia l'euro che la sterlina britannica si sono allentate anche contro il biglietto verde. La sterlina è scesa dello 0,07 % a 1,2853 $, mentre l'euro è sceso dello 0,07 % a 1,1089 $.

Sara Patterson
Sara Patterson ha un Master in Scienze Politiche e si occupa dell’analisi di entrambi gli eventi attuali e dei mercati internazionali per ottenere un quadro più completo del mercato valutario. Prima di passare alla scrittura finanziaria, ha insegnato inglese scritto agli studenti delle scuole superiori. I testi di Sara sono stati pubblicati su diversi blog finanziari e Forex.

Ti è piaciuto quello che hai letto? Facci sapere cosa ne pensi!

exclamation mark

Assicurati che i tuoi commenti siano appropriati e che non promuovano servizi o prodotti, partiti politici, materiale della campagna o proposte di votazione. I commenti che contengono linguaggio abusivo, volgare, offensivo, minaccioso o molesto o attacchi personali di qualsiasi tipo verranno eliminati. Verranno rimossi anche i commenti che includono contenuti inappropriati.

0 Commenti degli utenti

exclamation mark

Assicurati che i tuoi commenti siano appropriati e che non promuovano servizi o prodotti, partiti politici, materiale della campagna o proposte di votazione. I commenti che contengono linguaggio abusivo, volgare, offensivo, minaccioso o molesto o attacchi personali di qualsiasi tipo verranno eliminati. Verranno rimossi anche i commenti che includono contenuti inappropriati.

Maggiori informazioni
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.