I Mercati si Stabilizzano, i Timori di Guerra Diminuiscono

Sari Holtz

mercati asiaticiI mercati azionari asiatici sono stati sostanzialmente più alti, invertendo i due giorni di una tendenza al ribasso all'inizio di questa settimana quando i timori di una guerra tra Stati Uniti e Iran si sono attenuati. I guadagni in Asia hanno seguito una giornata positiva a Wall Street martedì, dove tutti e tre i principali indici di riferimento hanno chiuso in rialzo. A partire dalle 14:19 Il Nikkei 225 del Giappone è cresciuto del 2,32%, il più grande aumento della giornata dopo aver visto le perdite più forti all'inizio di questa settimana. L'indice Hang Seng di Hong Kong è cresciuto dell'1,30% e il Kospi della Corea del Sud dell'1,15%. Il composito di Shenzhen ha guadagnato l'1,47 per cento e il composito di Shanghai ha guadagnato lo 0,73 per cento.

I mercati sono stati instabili dopo l'escalation delle tensioni tra Iran e Stati Uniti lo scorso fine settimana. Gli attacchi di ritorsione sparsi dall'Iran questa settimana hanno tenuto gli operatori al limite, ma sembra che le tensioni si stiano attenuando e che entrambi i paesi abbiano scarso interesse a intensificare il conflitto.

In qualche modo a complicare le cose c'è lo schianto di un aereo di Ukrainian Airlines in Iran mercoledì, che sta attirando l'attenzione dopo che i funzionari iraniani hanno rifiutato di fornire informazioni dalla scatola nera dell'aereo, facendo sì che gli investigatori si chiedessero se l'incidente fosse in qualche modo correlato ai combattimenti.

Movimenti delle materie prime

I mercati petroliferi sono stati più alti giovedì, con i future su Brent e WTI statunitensi in rialzo. I future sul greggio Brent sono aumentati dello 0,34 per cento a 65,66 $ al barile e i futures WTI statunitensi sono saliti dello 0,37 per cento a 59,83$ al barile. I prezzi dell'oro sono stati più bassi quando gli operatori hanno abbandonato l'attività dei beni rifugio, ritirandosi dal loro massimo sopra i 1,600 $ all'inizio di questa settimana. I futures sull'oro sono scesi dello 0,43 per cento a 1,553,50 $ per oncia. Anche i futures sull'argento sono stati inferiori, in calo dell'1,44% a 17,905 $ per oncia.

Una fonte che ha familiarità con il Pentagono ha annunciato che gli Stati Uniti sono pronti a fronteggiare uno attacco più grave dall'Iran, se tale attacco dovesse arrivare. Al momento, l'Iran non ha fornito alcuna indicazione sull'imminenza di uno attacco, dando agli operatori un momento per respirare e cercare risorse più rischiose.

Sari Holtz

Sari Holtz ha iniziato a lavorare presso DailyForex nel 2011, quando è stata assunta per fornire analisi delle notizie quotidiane e gestire i contenuti quotidiani. Da allora, ha continuato a fornire notizie periodiche incentrate sul modo in cui gli eventi politici incidono sull'economia globale. Lavora anche direttamente con dozzine di broker Forex in tutto il mondo per garantire che trasmettano i loro messaggi e che i trader possano trovare il miglior broker per le loro esigenze individuali.

Ti è piaciuto quello che hai letto? Facci sapere cosa ne pensi!

exclamation mark

Assicurati che i tuoi commenti siano appropriati e che non promuovano servizi o prodotti, partiti politici, materiale della campagna o proposte di votazione. I commenti che contengono linguaggio abusivo, volgare, offensivo, minaccioso o molesto o attacchi personali di qualsiasi tipo verranno eliminati. Verranno rimossi anche i commenti che includono contenuti inappropriati.

0 Commenti degli utenti

exclamation mark

Assicurati che i tuoi commenti siano appropriati e che non promuovano servizi o prodotti, partiti politici, materiale della campagna o proposte di votazione. I commenti che contengono linguaggio abusivo, volgare, offensivo, minaccioso o molesto o attacchi personali di qualsiasi tipo verranno eliminati. Verranno rimossi anche i commenti che includono contenuti inappropriati.

Maggiori informazioni
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.