Fed Potrebbe Abbassare il Tasso di Riferimento, Euro in Rialzo

|

Coronavirus colpisce i mercatiGiovedì, l’euro ha visto la sua migliore seduta singola contro il dollaro americano in quasi due anni poiché i timori di una potenziale pandemia hanno aumentato le aspettative che la Federal Reserve Bank americana dovrà abbassare il tasso di riferimento. Il peggioramente dell'epidemia al di fuori della Cina che non mostra segni di allentamento sta creando tensione nei mercati finanziari e azionari globali. Negli Stati Uniti, Wall Street ha visto l’ennesimo giorno di ribasso giovedì, con il Dow Jones che ha registrato il suo più grande singolo declino di sempre con una perdita di 1.191 punti. Gli analisti affermano che la risposta degli Stati Uniti ha fatto ben poco per calmare i nervosismi degli operatori di mercato e gli strateghi valutari ritengono che il biglietto verde probabilmente lotterà contro i beni rifugio, ma rimarrà favorito rispetto alle valute a rischio più elevato come i dollari neozelandese e australiano.

Alle 10:57 nel trading di Tokyo, l’EUR/USD è stato scambiato in ribasso agli 1,0986$, una perdita dello 0,1527%, scivolando dal picco della sessione degli 1,10064$. L’USD/JPY è stato scambiato ai 109,4010 Yen, in calo dello 0,12%, mentre l’USD/CHF è stato scambiato ai 0,9689 franchi svizzeri, in crescita dello 0,08%. L’AUD/USD è stato scambiato in ribasso ai 0,6558$, in calo dello 0,2313% mentre il NZD/USD scambiava ai 0,6273$, con una perdita dello 0,5627%.

I prossimi eventi che faranno muovere i mercati

I dati continueranno a fornire una reazione istintiva nel mercato FX, e più tardi oggi sono previsti due potenziali eventi che potrebbero far muovere i mercati. Il primo è l’inflazione personale preliminare dalla Germania per il mese di febbraio, con l’aspettativa che il dato rimanga invariato all’1,6%. Il Canada dovrebbe rilasciare i numeri annualizzati del PIL per il quarto trimestre con gli analisti che prevedono un calo allo 0,3% dall’1,3%. Sabato, verranno invece rilasciati i PMI manifatturieri e non manifatturieri di febbraio per la Cina, e gli economisti prevedono un calo rispettivamente a 46.0 e 53.8. Quindi, lunedì verrà rilasciato l’indice PMI manifatturiero di Caixin per la Cina con le aspettative di un calo dai 51,1 ai 45,7.

Dopo aver lavorato a Wall Street, Barbara ha iniziato la sua seconda carriera come scrittrice freelance presso Daily Forex, dove il CEO ha riconosciuto il potenziale nuovo e non sfruttato ed era disposto a provarlo. Non ha mai guardato indietro. Da allora, ha lavorato costantemente come scrittrice e redattrice freelance nel settore dei servizi finanziari e del Forex.