FMI: la Peggior Recessione Economica Dopo la Grande Depressione

Mahmoud Abdallah

Nel suo ultimo rapporto sulle prospettive economiche globali, il Fondo ha dichiarato che quest’anno il prodotto interno lordo globale è destinato a contrarsi del 3 per cento, a causa delle chiusure imposte dai paesi di tutto il mondo.

La Peggior Recessione Economica Dopo la Grande DepressioneIl Fondo monetario internazionale ha avvertito che l’economia globale dovrà affrontare una grave recessione, la peggiore dopo la Grande Depressione degli anni ‘30, perché il Coronavirus o Covid-19 sta causando la morte di migliaia di persone e le misure di contenimento adottate per rallentare la diffusione hanno gravemente ostacolato l’attività economica. Nel suo ultimo rapporto sulle prospettive economiche globali, il Fondo ha dichiarato che quest’anno il prodotto interno lordo globale è destinato a contrarsi del 3 per cento, a causa delle chiusure imposte dai paesi di tutto il mondo. L’FMI si aspetta che il PIL globale cresca del 5,8 per cento l’anno prossimo. Nell’aggiornamento WEO di gennaio, il Fondo monetario internazionale prevedeva una crescita globale del 3,3 per cento quest’anno e una crescita del 3,4 per cento l’anno prossimo. Nel 2019, l’economia globale è cresciuta del 2,9 per cento.

Queste aspettative si basano su uno scenario che presuppone che l’epidemia svanirà nella seconda metà del 2020 e che le misure di contenimento possano essere gradualmente eliminate con la normalizzazione dell’attività economica. Il Fondo monetario internazionale ha avvertito che “i rischi di conseguenze ancora più gravi sono enormi”.

Annuncio
I mercati azionari si stanno schiantando

In questo contesto, l’economista capo del Fondo monetario internazionale, Gita Gopinath, ha dichiarato nell’introduzione al rapporto: “Molto probabilmente quest'anno l’economia globale assisterà alla sua peggior recessione dalla Grande Depressione, superando ciò visto durante la crisi finanziaria globale di un decennio fa”.

Gopinath ha accennato alla probabilità che si verifichino risultati più gravi e “se le misure di contenimento dell’epidemia continuassero per un periodo di tempo più lungo, le economie emergenti e in via di sviluppo saranno colpite più gravemente o persisteranno condizioni finanziarie difficili”.

La Cina, dove è iniziata la pandemia di Covid-19, dovrebbe crescere con un modesto 1,2 per cento quest’anno, ma si riprenderà l’anno prossimo con una crescita in aumento del 9,2 per cento. Si prevede che quest’anno tutte le economie sviluppate registrino un netto calo del prodotto interno lordo. Le economie avanzate nel loro insieme dovrebbero ridursi del 6,1 per cento quest’anno e crescere del 4,5 per cento l’anno prossimo.

L’economia americana dovrebbe contrarsi del 5,9 per cento quest’anno, ma potrebbe crescere del 4,7 per cento nel 2021. Si tratta di una delle peggiori regioni colpite dall’epidemia di coronavirus.

Si prevede che quest’anno l’Eurozona vedrà un calo del 7,5% del prodotto interno lordo. Nel 2021, l’economia dell’Eurozona dovrebbe crescere del 4,7 per cento. Italia, Spagna e Francia sono tra gli stati membri più colpiti dell’Eurozona. Si prevede che quest’anno l’Italia registrerà un calo del 9,1 per cento del prodotto interno lordo, il peggior risultato nel mondo sviluppato.

In Asia, l’economia indiana dovrebbe crescere dell’1,9 per cento quest’anno, un forte rallentamento rispetto alla crescita del 4,2 per cento registrata lo scorso anno. Il prossimo anno, il prodotto interno lordo dell’India dovrebbe salire del 7,4 per cento.

Mahmoud Abdallah
Mahmoud lavora a tempo pieno nei mercati valutari da 12 anni. Offre analisi, articoli e raccomandazioni sui siti Web più rinnovati e specializzati nei mercati finanziari globali e la sua esperienza ha suscitato molto interesse tra gli operatori. Lavora fornendo analisi tecniche, notizie di mercato, segnali gratuiti con follow-up per almeno 12 ore al giorno e mira a semplificare il trading di valuta e il concetto di trading per il suo pubblico.