Crude Oil WTI Continua a Gironzolare Sotto i 60$

|

Di: DailyForex

Lunedì il prezzo del petrolio WTI ha proceduto lateralmente, continuando ad aggirarsi appena al di sotto della maniglia $60. Si tratta di un numero ampio, tondo e psicologicamente significativo, ma che sento finirà per perdere la propria attrattiva. Ora come ora sembra che il mercato sia propenso a riconoscere la potenziale importanza di questo numero, ma credo che con il tempo finirà per essere semplicemente qualcosa a cui guardare dallo specchietto retrovisore.

Attualmente ci troviamo in una zona in cui è presente un accumulo significativo da dicembre 2014, per questo penso dovremmo continuare a vedere supporto. Come potete osservare nel grafico, è presente anche una linea di trend rialzista che potrebbe entrare in gioco. Penso che il Dollaro statunitense sembri un po’ debole al momento, e forse il rafforzamento è stato un po’ esagerato. In tal caso, già solo per questo motivo il greggio potrebbe sperimentare un rally.

In cerca di supporto

Personalmente, ritengo che se ottenessimo una candela di supporto gli acquirenti tornerebbero nel mercato, facendolo salire di molto. Credo dunque che in ogni caso il mercato del light sweet crude continuerà a salire, è solo questione di tempo. Abbiamo visto una significativa rottura al rialzo, e nonostante la brutta shooting star formata la scorsa settimana penso ci sia sufficiente pressione sottostante da continuare a far salire il mercato.

Penso sia presente massiccio supporto fin giù alla maniglia $55, perciò a questo punto diventa difficile vendere da qui. Non prenderò in considerazione l’idea di vendere fin quando non romperemo al di sotto di quest’ultima, e non credo avverrà a breve. Tuttavia, se dovesse accadere sarei più che propenso a rivalutare l’intera situazione. Nel frattempo, penso che un movimento al di sopra del $60 indichi che saliremo molto in alto, probabilmente al $70 nel corso delle prossime due settimane.

Crude Oil WTI Daily

Christopher Lewis è un trader Forex da diversi anni. Scrive sul Forex per molte pubblicazioni online, incluso il suo sito, giustamente chiamato The Trader Guy.