Dati USA Deboli, Oro Estende i Guadagni

|
Investire nell'oro non è mai stato così redditizio, prova ora!

Di: DailyForex

Nel corso della settimana i prezzi dell’oro sono saliti del 2,9% attestandosi a 1224,25 Dollari l’oncia; a seguito di una serie di deludenti dati dagli Stati Uniti gli investitori hanno respinto l’idea che la Federal Reserve innalzerà i tassi d’interesse.

Nel corso della sessione di venerdì, la coppia XAU/USD inizialmente è indietreggiata nell’area 1214,50 – 1212, con la quale il mercato ha lottato ad aprile, trovando però supporto e rafforzandosi dopo che i dati sulla fiducia dei consumatori e sull’attività industriale sono risultati inferiori alle aspettative di mercato. La lettura preliminare dell’Università del Michigan sulla fiducia dei consumatori nel mese di maggio è risultata a 88,6, in ribasso rispetto alla lettura a 95,9 di aprile, e la Federal Reserve ha riportato un calo dello 0,3% della produzione industriale lo scorso mese.

Gli ultimi segnali di debolezza nell’economia statunitense suggeriscono che la tempistica del primo rialzo dei tassi potrebbe essere posticipata a settembre, o addirittura dicembre, e sembra che i rialzisti stiano utilizzando questa situazione a loro vantaggio. Gli ultimi dati dalla Commodity Futures Trading Commission (CFTC) hanno mostrato che gli investitori speculativi del Chicago Mercantile Exchange hanno portato le loro posizioni lunghe nette sull’oro dai 72.440 contratti della scorsa settimana a 77.433. Nonostante il trend del medio periodo continuerà a torturare i tori, quello del breve periodo continuerà probabilmente a favorire il lato rialzista. Tecnicamente, il fatto che la coppia venga scambiata al di sopra delle nuvole di Ichimoku sia sul grafico giornaliero che a 4 ore, e il martello di venerdì che ha aiutato il mercato a chiudere vicino al top dell’intervallo settimanale, disegnano un outlook positivo.

XAUUSD Daily

Tuttavia, penso che i prezzi debbano ancorarsi in qualche punto al di sopra del livello 1225 per poter permettere alla coppia XAU/USD di estendere il proprio movimento rialzista. In quel caso, potremmo assistere ad una corsa fino al livello 1273, ma fino a quel momento potremmo incontrare nuova pressione alla vendita ai livelli critici 1245/0 e 1257. Se la coppia XAU/USD iniziasse a sentire la pressione dalla nuvola giornaliera e perdesse slancio, probabilmente vedremmo i prezzi testare nuovamente la regione 1214,50 – 1212. Una chiusura giornaliera al di sotto di questo supporto indicherebbe il 1207 come prossimo possibile target.

XAUUSD Daily

Alp Kocak è un trader del mercato Forex dal 2003. Scrive analisi tecniche basate sulle candele giapponesi e l’indicatore Ichimoku Kinko Hyo.