Previsione mensile USD/CAD – Gennaio 2019 - 31 dicembre 2018

|

USD/CAD

Il dollaro USA ha registrato un forte rialzo nei confronti del dollaro canadese durante gran parte di dicembre, raggiungendo la cima di un canale importante. A questo punto, il mercato sembra un po 'teso e l'ultima settimana di dicembre ha suggerito che forse ci stavamo un po' stancando. Oltre a ciò, il petrolio greggio sembra come se stesse cercando di formare un certo tipo di fondo, e questo naturalmente ha una relazione inversa con questo mercato. Questo non vuol dire che penso che il petrolio greggio cambierà drasticamente, ma certamente un rimbalzo in quel mercato e forse un ritiro in questo mercato ha molto senso.

Quindi la domanda ovviamente è "fino a che punto possiamo ritirarci?" Penso che questo dipenda da diversi fattori, con l'evidente correlazione con il petrolio in gioco, e poi ovviamente la Federal Reserve e la sua mancanza di linguaggio da falco durante l'ultima conferenza stampa. Penso che il dollaro americano potrebbe essere un po' più avanti rispetto al dollaro canadese, e a questo punto penso che probabilmente vedremo un supporto più vicino al livello 1.34.

Anche se prevedo completamente che avremo un ritiro all'inizio del mese di gennaio, penso che questo offrirà un'opportunità di acquisto migliore solo se si è abbastanza pazienti. L'acquisto dei dip  (letteralmente immersioni, mercato che scende)) dovrebbe continuare ad essere redditizio, ma dovrai essere paziente e scegliere i tuoi livelli. Se non ci tiriamo indietro fino al livello di 1,34, allora mi aspetto che anche il livello 1,35 sia un'area di interesse, poiché è una figura ampia, rotonda e psicologicamente significativa. Sotto il livello 1.34, penso che il prossimo livello di supporto sia 1,3250. Credo che otterremo un responso iniziale, ma la caduta sarà alquanto limitata poiché non solo il petrolio è sotto pressione, ma anche l'economia canadese sta mostrando segni di rallentamento.

 USD/CAD gennaio 2019

Christopher Lewis è un trader Forex da diversi anni. Scrive sul Forex per molte pubblicazioni online, incluso il suo sito, giustamente chiamato The Trader Guy.