Previsioni USD/JPY e AUD/USD - 7 febbraio 2019

USD/JPY

Il dollaro americano è caduto in maniera significativa contro lo yen giapponese inizialmente durante il giorno di mercoledì, ma ha trovato abbastanza supporto vicino al livello di 109,50¥ per girarsi e formare un martello. Questo ovviamente è un segnale rialzista, ma abbiamo anche un’EMA di 50 giorni che si appiattisce appena sopra di esso, e ovviamente il livello di 110¥. Complessivamente, il livello di ritracciamento di Fibonacci del 61,8% è uno dei più forti seguiti dai trader, che guarda caso si trova giusto sopra. Per questo motivo, penso vedremo un sacco di instabilità. Francamente, mi sono un po’ sorpreso quando ci siamo rafforzati più tardi nel corso della giornata, in quanto la Federal Reserve sembra essere piuttosto morbida. Tuttavia, questa coppia può muoversi anche contro molte delle altre coppie di valute, in quanto può essere una misura della propensione al rischio. Nondimeno, ho il sospetto che sia meglio lasciar stare questo mercato per alcuni giorni.

previsioni USD/JPY

AUD/USD

Il dollaro australiano è crollato durante la sessione di negoziazione di mercoledì, tagliando l'EMA da 50 giorni per raggiungere il livello di 0,7100. Tuttavia, penso che ci sia un supporto significativo al di sotto e il fatto che siamo caduti in questo modo sarà probabilmente considerato come una potenziale opportunità di acquisto, una volta tornata in gioco la stabilità. Penso che il livello di 0,70 sia ancora l'inizio di un massiccio supporto che si estende fino al livello di 0,68, quindi non ho alcun interesse a vendere questo mercato in questa regione. Penso che semplicemente stiamo aspettando una candela giornaliera di supporto come segnale per ricominciare a comprare. Non fraintendetemi, non sto cercando una mossa al rialzo da qui per avere delle leg, dato che la media mobile a 200 giorni è vicino al livello di 0,7250. Tuttavia, penso che molto probabilmente rivisiteremo quell'area.

previsioni AUD/USD

Christopher Lewis è un trader Forex da diversi anni. Scrive sul Forex per molte pubblicazioni online, incluso il suo sito, giustamente chiamato The Trader Guy.