Previsioni Bitcoin - 20 marzo 2019

|

I mercati di Bitcoin sono aumentati nuovamente durante la sessione di negoziazione di martedì, chiudendo la fine della sessione di New York vicino al livello di 4000 $. Questo è ovviamente un segno molto fiducioso, ed è molto probabile che stiamo attaccando a questi livelli più alti che troveremo più acquirenti che entrano nel mercato, spingendo ancora oltre il livello di 4000$ e raggiungendo l'importante livello 4250 $ sopra Questo è un settore che ha offerto resistenza di recente, quindi se possiamo superare quel livello, sarebbe un segnale straordinariamente rialzista.

Potremmo tornare indietro verso l'EMA di 50 giorni, che è in rosso sul grafico. Questo è a circa 3850$ e dovrebbe offrire un po' di supporto in quest'area. Sarebbe un buon segno se fosse mantenuto, dimostrando che sotto c'è molta richiesta. Dopo tutto, se stiamo cercando di formare un po' di base, questo è un processo molto lento e doloroso, a volte. A questo punto non dovresti comprare Bitcoin per guadagnare denaro veloce, è molto probabile che molti trader imparino quella lezione dopo l'incidente. Dopotutto, stavamo iniziando a vedere molti video su YouTube e in altri posti come quello su come Bitcoin stava facendo milionari ogni giorno. La realtà è che si trattava di pubblicità da parte di venditori che volevano monetizzare il movimento rialzista.

Ora che gran parte di quel denaro è stato ritirato dal mercato, i credenti di Bitcoin a lungo termine possono iniziare a mettere i soldi al lavoro. È molto probabile che continueremo a vedere più di un'accumulazione, che sta iniziando a somigliare a questo schema che ho segnato sul grafico. Non è che non possiamo crollare e schiantarci da qui, ma il fatto che abbiamo visto così tanto in termini di resilienza, o almeno una semplice mancanza di interesse da parte dei venditori, potrebbe mandare questo mercato più a lungo termine. Tuttavia, la pazienza sarà essenziale.

previsioni bitcoin

Christopher Lewis è un trader Forex da diversi anni. Scrive sul Forex per molte pubblicazioni online, incluso il suo sito, giustamente chiamato The Trader Guy.