Previsioni Forex: Le Coppie da Seguire Questa Settimana

La differenza tra successo e fallimento nel trading Forex è molto probabile che dipenda da quali coppie di valute si sceglie di scambiare ogni settimana, e non dai metodi di trading esatti che si possono usare per determinare le entrate e le uscite di trade. Ogni settimana analizzerò i fondamentali, il sentimento di mercato e le posizioni tecniche al fine di determinare quali coppie di valute sono più propense a produrre le opportunità di trading più facili e profittevoli per la prossima settimana. In alcuni casi si tratterà di scambiare  seguendo il trend, in altri di fare trading sui livelli di supporto e resistenza nei mercati di più ampia portata.

Quadro Generale 10 marzo 2019

Nel mio articolo della scorsa settimana,ero rialzista sul cross valutario GBP/JPY. Purtroppo, ha chiuso la settimana in forte calo, dello 2,08%.

Il mercato Forex della scorsa settimana ha visto l'aumento più forte del valore relativo dello yen giapponese e il più forte calo del valore relativo del dollaro canadese.

Il mercato della scorsa settimana è stato più attivo e ha visto l'inizio di qualcosa di nuovo - una svendita e un indebolimento delle azioni e della maggior parte delle materie prime e delle valute delle materie prime, che ha beneficiato di risorse di sicurezza come lo Yen giapponese. Mentre i Dollari australiano e canadese sono deboli, anche le valute europee stanno calando, con la corona svedese che fa nuovi prezzi bassi di tutti i tempi contro il dollaro USA. Quindi, i mercati sono certamente più "a rischio" al momento di quanto non lo fossero durante la settimana precedente.

È probabile che questa settimana sia dominata dal voto parlamentare britannico sull'accettazione del progetto di accordo sulla Brexit. Se in qualche modo l'accordo passeràp, possiamo aspettarci un forte aumento della sterlina britannica, anche se sembra un risultato improbabile. Se il Parlamento voterà, allora un accordo dell'ultimo minuto sarà messo insieme prima del 29 marzo o la data di partenza sarà posticipata. Un "no deal" Brexit rimane altamente improbabile nonostante i titoli dei giornali.

Oltre al voto sulla Brexit, questa settimana sarà probabilmente dominata dall'input mensile della banca centrale dalla Banca del Giappone, dall'inflazione statunitense e dai dati sulle vendite al dettaglio, dal PIL britannico e dalle uscite di bilancio.

Analisi fondamentale e sentimento di mercato

L'analisi fondamentale rimane piuttosto rialzista sul dollaro USA. Tuttavia, il mercato azionario ha continuato a svendere nonostante sia tornato in un mercato rialzista tecnico. I dati sui salari non agricoli di venerdì erano molto al di sotto dell'aspettativa di consenso, e questo ha colpito un po' il Dollaro, ma gli analisti hanno avuto la tendenza ad escludere questa cifra come una tantum. Ciononostante, si teme che la recente spinta verso l'economia statunitense sia svanita lascerà ben poco a sostenerlo, così come l'apparente elevata sensibilità dell'economia a qualsiasi ulteriore rialzo dei tassi, come dimostra il fatto che il FOMC appare aver in gran parte rinunciato agli ulteriori rialzi dei tassi originariamente previsti per il 2019. La disputa commerciale in corso con la Cina sembra muoversi verso una risoluzione positiva, che è un buon segno.

Legalmente rimangono solo tre settimane fino a quando il Regno Unito lascierà l'Unione Europea, e la posizione di default è che non ci sarà alcun accordo a meno che non sia stato concordato prima di quella data. L'Unione Europea si sta ancora rifiutando di offrire concessioni sostanziali sui termini offerti da un accordo, quindi possiamo aspettarci continue incertezze e macchinazioni politiche nelle prossime settimane nel Regno Unito. Se la Brexit verrà rimandata, il che sembra sempre più probabile, ci saranno maggiori possibilità di un accordo raggiunto o che la  Brexit non avvenga affatto, e ciò aumenterà il valore della sterlina britannica.

La BCE ha recentemente adottato una linea più accomodante sull'euro e l'euro sembra ancora debole. La corona svedese è ancora più debole, raggiungendo nuovi minimi di tutti i tempi all'ombra di uno scandalo delle banche svedesi.

Analisi tecnica

Indice del Dollaro statunitense

Il grafico dei prezzi settimanale qui sotto mostra che la settimana scorsa l'indice USD è salito abbastanza fermamente, stampando un candela rialzista di dimensioni medie con uno stoppino superiore significativo ma non eccessivamente grande, il che suggerisce un ulteriore rialzo la prossima settimana. Tuttavia, dal momento che il prezzo è leggermente inferiore a 3 mesi, ma superiore a 6 mesi, quindi abbiamo un quadro più ampio sul contesto del Dollaro. Nel complesso, la direzione della prossima settimana sembra ancora relativamente incerta.

indice USDX

USD/SEK

Il grafico settimanale qui sotto mostra che la scorsa settimana ha prodotto una candela relativamente grande, fortemente rialzista, che ha raggiunto il massimo storico, che è un segnale rialzista. I massimi storici sono sempre indicatori rialzisti, ma dovremmo essere un po' cauti poiché la linea rossa nel grafico mostra il precedente massimo storico e la settimana chiusa al di sotto di questo. Sarei fortemente rialzista se il prezzo potesse recuperare e superare il massimo della scorsa settimana.

previsioni settimanali USD/SEK

EUR/USD

Il grafico settimanale qui sotto mostra che la scorsa settimana ha prodotto una candela relativamente grande, fortemente ribassista, che ha raggiunto un nuovo prezzo basso a lungo termine di 18 mesi, che è un segnale ribassista. I minimi a lungo termine sono sempre indicatori ribassisti, ma questa coppia tende a muoversi lentamente con ritracciamenti profondi, quindi potrebbe volerci un po' per cadere ulteriormente. Non c'è dubbio che abbiamo una significativa tendenza ribassista a lungo termine qui con un breakout da una recente fascia di prezzo di più settimane.

previsioni settimanali EUR/USD

Conclusione

Questa settimana sarò rialzista sul dollaro USA e ribassista sull'euro e sulla corona svedese, se i prezzi elevati della settimana scorsa (USD / SEK) e bassi (EUR / USD) saranno superati.

Adam è un trader Forex che ha lavorato nei mercati finanziari per oltre 12 anni, inclusi 6 anni con Merrill Lynch. Adam è certificato nella Gestionedi Fondi e nella Gestione di investimenti dal Chartered Institute for Securities & Investment del Regno Unito.