Previsioni Forex Settimanali - 3 marzo 2019

|

EUR/USD

L'euro è andato avanti e indietro durante la settimana, mostrando segni di oscillazione per formare in seguito una shooting star. Anche se si tratta di una candela negativa, in realtà non c'è motivo di mettere molti soldi per lavorare perché siamo nel bel mezzo di una grande area di consolidamento. Penso che questa settimana sarà più o meno lo stesso, e qualsiasi ritiro da qui probabilmente inviterà molti acquisti al livello di 1.1250.

previsioni settimanali EUR/USD

GBP/JPY

La sterlina britannica è esplosa al di sopra del canale di trend negativo in cui siamo stati così a lungo durante la scorsa settimana, e ora questo conferma che dovremmo continuare a salire. Tuttavia, nel frattempo non mi sorprenderebbe affatto vedere un po' di pullback mentre ci siamo messi in vantaggio. Credo che il livello di 145 ¥  dovrebbe essere un ottimo livello di supporto.

previsioni settimanali GBP/JPY

USD/CAD

Il dollaro USA ha avuto una settimana forte contro il dollaro canadese, ma continua a vedere un po 'di resistenza vicino al livello 1,33. Per questo motivo, non sarei sorpreso di vedere un po 'di un pullback, ma sembra chiaramente che gli acquirenti sono sotto e in attesa di raccogliere questa coppia. Con i poveri numeri economici canadesi, l'argomento per i tagli dei tassi a Ottawa sta iniziando a farsi più forte. Cerca valore su cali.

previsioni settimanali USD/CAD

USD/JPY

Il dollaro americano inizialmente si è ritirato durante la settimana e poi è salito come un razzo verso il livello di 112 ¥. Questo è abbastanza impressionante, e sembra molto probabile che stiamo finendo lo slancio per raggiungere il livello 113,50 ¥. Tuttavia, abbiamo bisogno di cancellare il livello di 112 ¥ inizialmente per farlo. I rimbalzi a questo punto saranno probabilmente supportati. Tuttavia, sarò il primo a dire che questo non è uno dei miei mercati preferiti in questo momento.

previsioni settimanali USD/JPY

Christopher Lewis è un trader Forex da diversi anni. Scrive sul Forex per molte pubblicazioni online, incluso il suo sito, giustamente chiamato The Trader Guy.