Analisi tecnica GBP/USD. Brexit ostacola i tentativi verso l'alto - 27 giugno 2019

|

Mark Carney è stato franco e ha confermato quanto aveva detto prima durante la sua testimonianza sul rapporto sull'inflazione in Gran Bretagna, dove Carney sospese ogni cambiamento nella politica della Banca d 'Inghilterra sul futuro della Brexit; lasciare l'UE senza un accordo sarebbe catastrofico per l'economia britannica e la sterlina, e la banca avrebbe piani di stimolazione in quel momento. In caso di una Brexit con un accordo, la banca si muoverà verso un aumento graduale e limitato dei tassi. Tuttavia, la coppia GBP/USD non ha reagito a questo, perché è una conferma della sua versione precedente e la coppia è rimasta stabile a 1.2673 al momento della scrittura, e mancava di catalizzatori più forti per completare la correzione al rialzo.

Il 23 luglio è la data per annunciare il nuovo Primo Ministro del Regno Unito, con le indicazioni che confermano la vittoria dell'ex ministro degli Esteri nel prendere il posto dopo Theresa May, una figura ostile ben nota nei rapporti con l'Europa, e le cose potrebbero svilupparsi con lui fino all'uscita dall'UE senza accordo. Il recente rimbalzo della coppia è stato sostenuto dalla continua pressione sul dollaro da quando la Federal Reserve ha confermato la possibilità di un taglio dei tassi USA il più presto possibile se l'economia statunitense continuerà a rallentare. I risultati di recenti dati economici confermano già la debolezza dell'economia. La Sterlina non ha uno sviluppo positivo per la Brexit.

La Banca d'Inghilterra è una delle principali banche centrali dell'economia e l'unica che sta cercando di aumentare il tasso di interesse al momento, ma l'incertezza del futuro della Brexit sta impedendo loro di farlo. La banca ha mantenuto invariati i piani di tasso d'interesse e di acquisto delle attività, sottolineando che l'aumento dei tassi dipenderà dalla Brexit.

 Il dollaro sta affrontando una battuta d'arresto sostenuta suggerendo che il tasso di interesse degli Stati Uniti potrebbe essere tagliato presto. Dal momento che il Regno Unito ha votato per uscire dall'UE, abbiamo sempre raccomandato di vendere la sterlina contro le altre principali valute, poiché la Brexit non si concluderà da un giorno all'altro e non facilmente, come alcuni credono, per non diffondere l'infezione tra il resto dell'UE. I guadagni in sterline rimarranno buone opportunità di vendita.

Gli sviluppi della Brexit di volta in volta continueranno a contribuire alla volatilità delle prestazioni della coppia.

Tecnicamente: la coppia GBP/USD che si assesta nuovamente sotto il livello di 1,3000 continua a sostenere la correzione al ribasso per la coppia nonostante il recente rimbalzo e i livelli di supporto sono ancora a 1,2665, 1,2580 e 1,2445 rispettivamente, più vicini alle prestazioni della coppia mentre confermano la forza della tendenza ribassista. Al rialzo, l'opportunità di correzione rialzista non sarà più forte senza superare la resistenza di 1,3000. Preferisco comunque vendere la coppia da ogni livello ascendente. I suoi guadagni possono essere nel vento per qualsiasi sviluppo negativo della Brexit.

Sul fronte dei dati economici, il calendario economico di oggi si concentrerà sul PIL statunitense, sui sinistri disoccupati e sui dati di vendita delle case in attesa.

GBP/USD

Sara Patterson ha un Master in Scienze Politiche e si occupa dell’analisi di entrambi gli eventi attuali e dei mercati internazionali per ottenere un quadro più completo del mercato valutario. Prima di passare alla scrittura finanziaria, ha insegnato inglese scritto agli studenti delle scuole superiori. I testi di Sara sono stati pubblicati su diversi blog finanziari e Forex.