Analisi tecnica USD/JPY: nuovi tentativi di fermare il ritmo perdente

|

All'inizio del trading di mercoledì, e con il ritorno della propensione al rischio degli investitori, la coppia USD/JPY ha trovato l'opportunità di una correzione rialzista e si è stabilizzata attorno a 107,50 al momento della stesura. Il rimbalzo dal livello di supporto 106,77, il livello più basso per più di cinque mesi. Nonostante la correzione di oggi, non ci sarà conferma della forza della correzione dell'ottimismo senza testare il picco psicologico a 110,00 e stabilizzarsi sopra di esso. Nel complesso, lo yen giapponese rimarrà costantemente nella posizione vincente fino all'esito dell'incontro tra il presidente degli Stati Uniti e il presidente cinese entro la fine della settimana. La serie di risultati negativi dei dati economici statunitensi continua a confermare il rallentamento dell'economia statunitense e quindi ad aumentare le aspettative della prossima scadenza del taglio dei tassi di interesse negli Stati Uniti.

La Federal Reserve statunitense ha recentemente confermato la possibilità di un taglio dei tassi di interesse negli Stati Uniti se l'economia continua a rallentare, ma non ha specificato una data o quali sviluppi economici supporteranno la prima data. Pertanto, il dollaro USA è fortemente diminuito rispetto alle principali valute. La banca centrale del Giappone mantiene ancora la sua politica monetaria con i suoi tassi negativi e non si aspetta cambiamenti nella politica fintanto che la guerra commerciale globale è in atto, il che ha fortemente colpito l'economia giapponese.

La debolezza dei livelli di inflazione e il recente numero di posti di lavoro negli Stati Uniti hanno aumentato la pressione sul dollaro USA, in quanto supporta le aspettative sul taglio dei tassi di interesse USA da parte della Federal Reserve per far fronte a un rallentamento dell'economia statunitense. I guadagni dello yen giapponese sono ancora più forti nei confronti delle altre principali valute come uno dei paradisi più sicuri, senza i forti indizi di una fine vicina alla controversia commerciale USA-Cina che minaccia il futuro dell'economia globale.

Il Consiglio della Federal Reserve ha mantenuto il tasso di interesse invariato come previsto, sottolineando che è improbabile che aumenti o diminuisca i tassi di interesse nei prossimi mesi a fronte di segnali di rinnovata salute economica, mentre allo stesso tempo l'inflazione è ancora insolitamente bassa.

Tecnicamente: come avevamo previsto in precedenza, la stabilità della coppia USD/JPY al di sotto del livello di 110,00 aumenterebbe lo slancio al ribasso della coppia, e ha raggiunto i livelli che ci aspettavamo nella precedente analisi tecnica che sono più vicini al prossimo supporto psicologico a 107.00 e quindi i seguenti livelli di supporto saranno rispettivamente 106,45 e 105,80. Questi livelli confermano la forza della tendenza al ribasso. Al rialzo, i livelli di resistenza più vicini sono rispettivamente 108,00, 108,70 e 109,55. Preferiamo ancora comprare la coppia da ogni rimbalzo ribassista.

Nei dati economici di oggi, il calendario economico di oggi si concentrerà sull'annuncio degli ordini di beni durevoli negli Stati Uniti e sull'inventario del petrolio greggio degli Stati Uniti. La coppia monitorerà con cautela e interesserà le rinnovate preoccupazioni geopolitiche globali, e tutto sulla politica interna ed esterna di Trump.

USD/JPY

Sara Patterson ha un Master in Scienze Politiche e si occupa dell’analisi di entrambi gli eventi attuali e dei mercati internazionali per ottenere un quadro più completo del mercato valutario. Prima di passare alla scrittura finanziaria, ha insegnato inglese scritto agli studenti delle scuole superiori. I testi di Sara sono stati pubblicati su diversi blog finanziari e Forex.