Previsioni Forex: Le Coppie da Seguire Questa Settimana – 5 gennaio 2019

|

La differenza tra successo e fallimento nel trading Forex non dipende dagli esatti metodi di trading che possono essere utilizzati per determinare le entrate e le uscite dalle operazioni di trading, ma probabilmente da quali coppie valutarie si sceglie di scambiare ogni settimana. Ogni settimana analizzerò i fondamentali, il sentimento di mercato e le posizioni tecniche al fine di determinare quali coppie di valute sono più propense a produrre le opportunità di trading più semplici e redditizie per la settimana successiva. In alcuni casi si tratterà di negoziare seguendo la tendenza, in altri di fare trading sui livelli di supporto e resistenza nei mercati che presentano un intervallo di trading più ampio.

Quadro Generale, 5 gennaio 2019

Nel mio precedente articolo della scorsa settimana, avevo previsto che le migliori negoziazioni sarebbero state long dell'Indice S&P 500 a seguito di una chiusura giornaliera (New York) superiore a 3240 e long nelle coppie di valute EUR/USD e NZD/USD. Non sono state delle buone previsioni dato che l'indice S&P 500 ha chiuso giovedì a 3257,9 ma poi ha chiuso venerdì dello 0,71% da lì. La coppia EUR/USD ha chiuso dello 0,18% mentre la coppia di valute NZD/USD ha chiuso dello 0,51%. Le negoziazioni della scorsa settimana hanno prodotto una perdita media dello 0,47%.

Il mercato Forex della scorsa settimana ha visto il più forte aumento del valore relativo dello yen giapponese e il calo più forte del valore relativo del dollaro australiano.

Analisi fondamentale e sentimento del mercato

Gli analisti fondamentali si appoggiano alla tesi secondo cui il recente taglio di un quarto di punto del tasso d'interesse statunitense sarà l'ultimo taglio per un pò, con i recenti verbali delle riunioni del FOMC che dimostrano che il FOMC è ampiamente soddisfatto di rimanere fermo per il prossimo futuro su aliquote.

L'economia degli Stati Uniti è ancora in crescita, ma ci sono alcuni timori di una recessione in corso. Una delle principali questioni relative al sentimento negli Stati Uniti e nelle economie globali è la controversia commerciale tra Stati Uniti e Cina, sebbene la situazione qui sia migliorata in quanto sembra che la "Fase Uno" di un accordo commerciale USA / Cina stia per essere firmata.

Il sentimento del mercato è dominato dalla crescente tensione in Medio Oriente a seguito dell'azione degli Stati Uniti di venerdì che ha ucciso il generale iraniano incaricato delle attività militari per procura dell'Iran. Questo evento ha visto aumentare le scorte di asset più bassi e sicuri, in particolare l'oro, mentre le attività più rischiose hanno iniziato a svendersi.

Venerdì ha prodotto movimenti di controtendenza che hanno portato la maggior parte delle tendenze a lungo termine nel mercato Forex a sembrare un letargo. Tuttavia, il prezzo del greggio e quindi del dollaro canadese ha avuto una spinta venerdì, così come l'oro, quindi vediamo una tendenza rialzista a lungo termine in oro e un ribasso nella coppia di valute USD/CAD.

Analisi tecnica

Indice del dollaro USA

Il grafico dei prezzi settimanali sotto mostra la scorsa settimana una candela a perno rialzista, che si è chiusa nella parte superiore della sua fascia di prezzo. Questo è un segnale debolmente rialzista, ma il prezzo è inferiore ai suoi livelli sia da 3 che da 6 mesi fa, il che indica una tendenza ribassista a lungo termine. Il prezzo è ben al di sotto del livello di resistenza chiave a 12310. Qui abbiamo principalmente segnali ribassisti, ma l'azione rialzista a breve termine rende difficile prevedere la direzione di questa settimana.

indice USDX

Oro/USD

L'oro in termini di USD ha appena raggiunto la sua chiusura settimanale più alta in più di 6 anni e mezzo alla fine della scorsa settimana. La candela della scorsa settimana è stata fortemente rialzista sulla volatilità sopra la media e si è chiusa quasi proprio al suo massimo, entrambi segni rialzisti. L'oro si stava già rafforzando, ma il bene rifugio è stato potenziato alla fine della settimana mentre le tensioni militari in Medio Oriente sono aumentate. L'unica cosa di cui i tori sembrano preoccuparsi è il prezzo di flesso potenzialmente resistente appena avanti a 1557,31 $, ma il prezzo sembra pronto a continuare a fare un importante breakout rialzista a lungo termine.

Oro/USD

USD/CAD

Il prezzo di questa coppia di valute ha fatto la sua chiusura settimanale più bassa in quasi 18 mesi alla fine della scorsa settimana. Questo è un segnale ribassista, ma nota che questa tendenza a lungo termine può essere rimbalzante, e abbiamo già visto un rimbalzo rialzista dal livello di supporto a 1,2962, quindi gli orsi dovrebbero probabilmente essere un pò cauti e cercare di gestire attivamente le operazioni brevi su brevi tempistiche. Il motivo principale del brusco calo alla fine della scorsa settimana è stato il picco del prezzo del greggio che ha aumentato il dollaro canadese, ma è anche vero che il dollaro canadese era già abbastanza forte.

USD/CAD

Conclusione

Questa settimana prevedo che le migliori operazioni saranno probabilmente long in oro in termini di USD e inferiori alla coppia di valute USD/CAD.

Adam è un trader Forex che ha lavorato nei mercati finanziari per oltre 12 anni, inclusi 6 anni con Merrill Lynch. Adam è certificato nella Gestionedi Fondi e nella Gestione di investimenti dal Chartered Institute for Securities & Investment del Regno Unito.