Previsioni Forex Settimanali: NASDAQ 100, S&P 500, Bitcoin, GBP/USD, EUR/JPY, Cacao

La scorsa settimana le possibilità di un rialzo dei tassi statunitensi in occasione della prossima riunione della Fed hanno continuato a diminuire, dando impulso al dollaro statunitense. Tuttavia, anche i principali indici azionari statunitensi sono saliti nuovamente, raggiungendo nuovi massimi storici.

La differenza tra successo e fallimento nel trading Forex/CFD non dipende tanto dai precisi metodi utilizzati per determinare ingressi e uscite dagli scambi, ma con maggior probabilità dagli asset che scegli di negoziare ogni settimana.

Quindi, quando inizia la settimana, è una buona idea osservare tutto quello che si sta sviluppando nel mercato nel suo insieme, e come tali sviluppi sono influenzati da fondamentali macroeconomici, fattori tecnici e sentiment del mercato.

Continua a leggere la mia analisi settimanale.

Analisi Fondamentale e Sentimento del Mercato

Il 5 febbraio scrivevo che le migliori opportunità di trading della settimana sarebbero probabilmente state:

  1. Long sull'indice NASDAQ 100 dopo una chiusura giornaliera superiore a 17686. Ciò ha dato una vittoria dell'1,03%.
  2. Long sull'indice S&P 500. Questo ha dato una vincita dell'1,45%.
  3. Long sui futures del cacao. Questo ha dato una vincita dell'11,20%.
  4. Long su USD/JPY e/o EUR/JPY dopo un rimbalzo rialzista sul supporto chiave. Questo si è stabilizzato in EUR/JPY con un rimbalzo da 159,00, dando vita ad un'operazione molto redditizia.
  5. Short su AUD/USD a seguito di un rifiuto ribassista sulla resistenza chiave. Questo non è stato impostato.

Il risultato complessivo è stato un guadagno di almeno il 13,68%, che corrisponde ad un eccellente guadagno del 4,56% per asset.

La scorsa settimana si è assistito a una volatilità direzionale leggermente più elevata nel mercato Forex, con il 15% delle principali coppie di valute che hanno fluttuato di oltre l'1%. C’è stata un’azione importante nei mercati azionari statunitensi, infatti la scorsa settimana si sono nuovamente visti nuovi prezzi massimi storici raggiunti dall’indice di riferimento S&P 500, dall’indice Nasdaq 100 e dall’indice Dow Jones 30.

Questo rialzo dei mercati azionari si è verificato nonostante lo strumento FedWatch del CME mostrasse aspettative fortemente al ribasso di un taglio dei tassi di marzo da parte della Federal Reserve. I mercati ora vedono solo il 16% di possibilità di un taglio dei tassi a marzo, in calo rispetto al 38% di una settimana fa. Tuttavia, c'è una forte aspettativa di un taglio dei tassi alla prossima riunione di maggio.

L’agenda della scorsa settimana è stata relativamente leggera, dominata dall’intervista del presidente della Fed Jerome Powell e dalla riunione politica della Reserve Bank of Australia, entrambe svoltesi all’inizio della settimana. Powell ha affermato che un taglio dei tassi a marzo è "improbabile", contribuendo a ridurre le aspettative di un possibile taglio il mese prossimo, rafforzando il dollaro USA. La Reserve Bank of Australia ha lasciato il suo tasso invariato come ampiamente previsto, ma nella sua dichiarazione ha espresso un atteggiamento da falco mettendo in dubbio i tagli dei tassi, che hanno in qualche modo sostenuto il dollaro australiano.

Il mercato Forex è stato dominato da un dollaro neozelandese forte, mentre il franco svizzero è stata la valuta principale più debole. Il dollaro USA sta mostrando un debole slancio rialzista a breve termine e ora ha stabilito una nuova tendenza rialzista a lungo termine secondo l’indicatore che mi piace usare, ma sembra molto fragile – molto probabilmente dipenderà dai principali dati CPI (inflazione) statunitensi, che verrà rilasciato questo martedì.

La scorsa settimana sono stati rilasciati molti altri importanti dati economici:

  1. PMI servizi ISM statunitense: superiore alle aspettative, a indicare la continua forza dell’economia statunitense.
  2. Parla il Governatore della Banca del Canada – ha respinto i tagli dei tassi a breve termine, indicando che nel 2024 i tagli dei tassi saranno inferiori a quanto previsto.
  3. Tasso di disoccupazione in Nuova Zelanda: la crescita dell’occupazione in Nuova Zelanda è stata notevolmente più forte del previsto, contribuendo a rafforzare il dollaro neozelandese.
  4. Richieste di disoccupazione negli Stati Uniti: sono arrivate quasi esattamente come previsto.
  5. Tasso di disoccupazione canadese: la crescita dell'occupazione in Canada è stata notevolmente più forte del previsto, contribuendo a mantenere il dollaro canadese relativamente stabile.

brokers-we-recommend Brokers di Forex Raccomandati nella Tua Regione

Vedi l'elenco completo dei Broker see-full-broker

Questa settimana dal 12 al 16 febbraio

L'elemento più importante della prossima settimana sarà quasi certamente il rilascio dei dati sull'indice dei prezzi al consumo (inflazione) negli Stati Uniti. La prossima settimana avrà un programma di dati relativamente intenso.

Altri importanti dati economici rilasciati questa settimana saranno, probabilmente in ordine di importanza:

  1. IPP statunitense
  2. Vendite al dettaglio negli Stati Uniti
  3. Sentimento preliminare dei consumatori dell'UoM statunitense
  4. IPC (inflazione) del Regno Unito
  5. IPC svizzero (inflazione)
  6. PIL del Regno Unito
  7. Richieste di disoccupazione negli Stati Uniti
  8. Indice manifatturiero dell’Empire State americano
  9. Vendite al dettaglio nel Regno Unito
  10. Aspettative di inflazione in Nuova Zelanda
  11. Modifica del conteggio dei richiedenti nel Regno Unito (richieste di disoccupazione)
  12. Tasso di disoccupazione australiano
  13. Il Governatore della Banca d'Inghilterra terrà due discorsi minori.

Lunedì sarà un giorno festivo in Giappone. In Cina, l’intera settimana sarà festiva per il capodanno cinese.

Previsione Mensile Febbraio 2024

Esaminiamo i dati pertinenti sulle variazioni dei prezzi delle valute e sui tassi d'interesse ad oggi, che abbiamo compilato utilizzando un indice ponderato per il trading delle principali valute globali:

Tabella delle variazioni dei prezzi delle valute e dei tassi d'interesse

Per il mese di febbraio non ho effettuato previsioni mensili, poiché non vi era alcuna tendenza evidente a lungo termine del dollaro statunitense su cui si potesse fare affidamento.

Previsioni settimanali 12 febbraio 2024

La settimana scorsa non ho fatto previsioni settimanali, poiché non ci sono stati forti movimenti di prezzo in controtendenza in nessun cross valutario, che è la base della mia strategia di trading settimanale.

Ancora una volta non do previsioni questa settimana.

La volatilità direzionale nel mercato Forex è rimasta la stessa la scorsa settimana, con solo il 4% delle coppie valutarie più importanti che ha fluttuato di oltre l'1%. È probabile che la volatilità aumenti nel corso della prossima settimana, poiché un livello di volatilità così basso è insolito per più di qualche settimana. Questa settimana è previsto anche un programma di rilascio dei dati economici piuttosto intenso e di grande impatto.

La settimana scorsa si è assistito ad una relativa forza del franco svizzero e ad una relativa debolezza dell'euro.

Puoi scambiare queste previsioni in un conto di intermediazione Forex reale o demo.

Livelli chiave di supporto/resistenza per le coppie più popolari

Le operazioni dovrebbero essere aperte e chiuse a (o molto vicino a) livelli chiave di supporto e resistenza. Ci sono alcuni livelli chiave di supporto e resistenza che possono essere monitorati sulle coppie di valute più popolari questa settimana.

Tabella dei livelli di supporto/resistenza per le principali coppie valutarie

Analisi tecnica

Indice del dollaro USA

Grafico Indice del Dollaro USA settimanale 12/02 - USDX stampa piccola barra ribassista

L'indice del dollaro statunitense ha stampato una candela che ha chiuso al di sopra della sua apertura la scorsa settimana, ma è probabilmente una piccola barra ribassista. Tuttavia, la chiusura settimanale è stata al rialzo rispetto al prezzo di 3 e 6 mesi fa, presentando un nuovo trend rialzista a lungo termine.

Nonostante questa nuova tendenza rialzista del biglietto verde, penso che la direzione sembri ancora incerta. Molto probabilmente dipenderà dalla pubblicazione di martedì dei dati CPI (inflazione) negli Stati Uniti. Se l’inflazione scende più velocemente del previsto, probabilmente si innescherà una svendita. Se l'inflazione si dimostra persistentemente elevata, il dollaro probabilmente inizierà a salire con slancio reale poiché le aspettative per un primo taglio dei tassi a maggio si abbasserebbero.

Indice NASDAQ 100

Grafico Nasdaq 100 settimanale 12/02 - In saldo rialzo

L'indice NASDAQ 100 è salito saldamente la scorsa settimana, raggiungendo un nuovo prezzo record. Il suo prezzo di chiusura era proprio sul massimo della settimana. Si tratta di segnali rialzisti, supportati dal fatto che anche gli indici S&P 500 e Dow Jones 30 hanno raggiunto livelli record la scorsa settimana.

Anche se la Federal Reserve non sembra avere fretta di tagliare i tassi, con le aspettative di tagli in diminuzione, ciò non sta rallentando l’avanzata dei mercati azionari statunitensi attraverso il cielo azzurro.

Sono felice di essere lungo sull’indice NASDAQ 100, che ha un record storico molto migliore rispetto all’indice S&P 500.

Indice S&P 500

Grafico S&P 500 settimanale 12/02 - S&P 500 chiude a un nuovo massimo storico

L'indice S&P 500 è salito nuovamente con decisione la scorsa settimana, raggiungendo e chiudendo a un nuovo massimo storico. Il prezzo si è chiuso proprio sul massimo della settimana. Questi sono segnali rialzisti.

Questo atteggiamento rialzista nei mercati azionari statunitensi è un po’ controintuitivo in quanto avviene nello stesso momento in cui i rendimenti dei titoli del Tesoro statunitensi a breve termine e il dollaro USA stanno aumentando di valore, mentre le aspettative di un taglio dei tassi da parte della Federal Reserve a marzo continuano a crescere. scendere ancora più in basso nell'ultima settimana. Questi fattori tipicamente indeboliscono i mercati azionari statunitensi. Può darsi che l’economia statunitense appaia molto più impressionante di quella dei suoi concorrenti proprio ora che un afflusso di investimenti esteri sta arrivando nel mercato azionario statunitense.

Considero l’indice S&P 500 come un acquisto.

Il quadro tecnico è rialzista. Una prima rottura verso un nuovo massimo storico ha storicamente generato un avanzamento di una media del 13% nel corso del prossimo anno, quindi i trader e gli investitori dovrebbero prendere seriamente in considerazione l’idea di andare long qui.

Bitcoin

Grafico BTC/USD settimanale 12/02 - Deciso breakout rialzista

Dopo essersi consolidato per diverse settimane, Bitcoin ha compiuto un deciso breakout rialzista, ma non ha ancora superato il recente massimo raggiunto poche settimane fa, quando gli ETF Bitcoin stavano ottenendo l'approvazione normativa.

Il prezzo oggi è molto vicino al massimo del range della scorsa settimana, il che è un segnale rialzista.

Tuttavia, nonostante questi segnali rialzisti, mi piacerebbe vedere Bitcoin chiudere sopra i 50.000 dollari in una chiusura giornaliera prima di effettuare un investimento a lungo termine qui. Sono preoccupato per il recente massimo appena sopra i 49.000 dollari e il grande numero tondo di 50.000 dollari che funge da resistenza.

GBP/USD

Grafico GBP/USD orario 12/02 - Rifiuto ribassista

La scorsa settimana mi aspettavo che il livello di $ 1,2641 potesse fungere da resistenza nella coppia di valute GBP/USD, poiché questo prezzo ha agito in precedenza sia come supporto che come resistenza. Nota come questi livelli di “inversione di ruolo” possono funzionare bene. Il grafico dei prezzi H1 qui sopra mostra come il prezzo ha rifiutato il livello di resistenza durante le sessioni di Londra / New York di mercoledì scorso e si sovrappone a un doji, contrassegnato dalla freccia giù nel grafico dei prezzi qui sotto, che segnala i tempi di questo rifiuto ribassista. Questo può essere un ottimo momento della giornata per scambiare una delle principali coppie di valute Forex come questa. Questa operazione è stata redditizia, fornendo un rapporto massimo rischio-ricompensa superiore a 2 a 1 in base alla candela di ingresso.

EUR/JPY

Grafico EUR/JPY orario 12/02 - Yen mostra una certa debolezza relativa

Mi aspettavo che il livello di 158,98¥ potesse fungere da supporto. Il grafico dei prezzi H1 qui sopra mostra come questo livello sia stato rifiutato ripetutamente durante la sessione di New York dello scorso martedì, contrassegnato dalla freccia su nel grafico dei prezzi qui sotto, segnalando i tempi di questo rifiuto rialzista. Ci sono volute diverse ore, ma poi l'inizio della sessione di Tokyo ha visto finalmente il rifiuto decisivo da parte di una pin bar: è comune vedere rifiuti decisivi all'inizio o alla chiusura delle sessioni geografiche più importanti e rilevanti nel mercato Forex.

Questa operazione è stata estremamente redditizia, fornendo un rapporto massimo rischio-ricompensa superiore a 10 a 1 in base alla dimensione della candela di ingresso.

Si noti che lo Yen sta mostrando una certa debolezza relativa, quindi questa coppia di valute e altre potrebbero essere buoni veicoli da utilizzare per trarne vantaggio. Se il CPI statunitense è più alto del previsto, è molto probabile che la coppia valutaria USD/JPY salga, il che potrebbe rivelarsi interessante nel lungo periodo.

Futures sul cacao

Grafico dei futures del cacao settimanale 12/02 - Forte trend rialzista

I futures del cacao hanno registrato un forte trend rialzista per oltre un anno e la scorsa settimana il prezzo è salito in modo estremamente forte fino a raggiungere un nuovo prezzo massimo pluriennale, aumentando di oltre l'11% nel corso della settimana. Il grafico dei prezzi qui sopra applica l'analisi di regressione lineare alle ultime 73 settimane e mostra graficamente quale grande opportunità sia stata questa a lungo termine.

Nonostante questo quadro molto rialzista, ci sono alcune note di cautela in sordina:

  •      Il prezzo è molto al di sopra del canale di regressione lineare.
  •      La volatilità è estremamente elevata e il cacao sta ricevendo molta attenzione da parte dei media.

Questi fattori suggeriscono che potrebbe arrivare presto un forte calo, rendendo un po’ pericoloso entrare ciecamente in un'operazione long qui.

Fare trading long su materie prime in caso di breakout verso nuovi massimi di 6 mesi è stata una strategia molto redditizia negli ultimi anni, quindi lo considero un acquisto. Tuttavia, vale la pena attendere una chiusura giornaliera superiore al recente massimo per essere sicuri che la volatilità estremamente elevata non sia un segno della fine di questa tendenza, come spesso può accadere.

Conclusioni

Vedo le migliori opportunità di trading questa settimana come:

  •      Long dell'indice NASDAQ 100.
  •      Long dell'indice S&P 500.
  •      Long su Bitcoin dopo una chiusura giornaliera superiore a 50.000 dollari.
  •      Long sui futures del cacao dopo una chiusura giornaliera superiore a 5800.

Pronto a fare trading con le nostre previsioni Forex settimanali? Ecco i migliori broker Forex tra cui scegliere.

Adam Lemon
Adam è un trader Forex che ha lavorato nei mercati finanziari per oltre 12 anni, inclusi 6 anni con Merrill Lynch. Adam è certificato nella Gestionedi Fondi e nella Gestione di investimenti dal Chartered Institute for Securities & Investment del Regno Unito.