Tipi di conto Forex

Ibeth Rivero

Se stai pensando di iniziare a fare trading sul Forex, impara qui di seguito qual è il tipo di conto appropriato, quindi aprine uno. Gestire un portafoglio da un corretto conto Forex è essenziale per il successo di ogni operatore e di ogni strategia. Le tre scelte principali sono costituite da un conto standard, un conto mini e un conto gestito. Altre considerazioni includono il conto professionale, cioè un aggiornamento al conto standard con una leva finanziaria superiore per gli operatori all’interno dello Spazio economico europeo (SEE) e un conto islamico senza swap in conformità con la legge della Sharia per gli operatori islamici. Il conto demo è l’ideale per testare nuove strategie e soluzioni di trading automatizzate. Questo articolo si concentrerà sulle tre scelte principali che riguarderanno la maggior parte dei trader Forex.

Perché c’è bisogno di un conto Forex per fare trading

Un conto Forex è necessario per fare trading in quanto ti connette al mercato. Consente agli operatori di analizzare coppie di valute, determinare opportunità di trading redditizie, acquistare, vendere e detenere attività per aumentare coerentemente il saldo del conto nel tempo. Senza un conto Forex, ciò non sarebbe possibile. Purtroppo, molti trader si affrettano ad iniziare il trading prima di acquisire la necessaria base di conoscenza, questo in parte a causa del marketing eccessivamente aggressivo dei broker Forex che nel tentativo di attrarre depositi, lo rendono ingannevolmente semplice.

Uno dei vantaggi più significativi del trading Forex è il requisito patrimoniale relativamente basso necessario per iniziare il trading. Vi è anche un’elevata leva finanziaria, ma deve essere compresa correttamente. Laddove i calcoli sembrino eccellenti anche per un portafoglio con 1.000$ e una leva di 1:30, il trading reale non avrà successo senza una specifica serie di competenze tra cui la conoscenza della strategia, l’atteggiamento giusto e l’esperienza che molti nuovi trader non riescono ad acquisire. Questo spiega perché alcuni studi suggeriscano che la durata media di un conto Forex è tra i quattro e i sei mesi per i trader attivi. Indipendentemente dal risultato, per iniziare è necessario un conto Forex.

Tipi di conto forex

Come aprire un conto di trading Forex

Con l’aumento del trading Forex online, generalmente ad elaborare i nuovi conti è una rapida applicazione che garantisce l’accesso al back-office. A seconda della giurisdizione del broker, in un questionario possono essere richieste informazioni su occupazione, reddito, risparmi ed esperienza. La profondità delle domande può variare e il primo passo per aprire un conto di trading Forex a volte consiste in poche informazioni come nome, indirizzo e-mail e password.

I broker regolamentati devono essere conformi alle norme antiriciclaggio (AML) e conoscere i requisiti del cliente (KYC). Si tratta di un passaggio obbligatorio e gli operatori dovrebbero evitare i broker che non lo richiedono, poiché la probabilità di una truffa è estremamente elevata. Alcune applicazioni includono l’intero processo in un formulario. Altre concedono un conto di trading con funzionalità limitate, inclusa la possibilità di depositare fondi e successivamente richiedere la fase AML/KYC. L’approccio migliore è attendere la verifica completa prima di procedere. Nella maggior parte dei casi, bastano pochi minuti, a seconda della tecnologia impiegata. La verifica manuale può richiedere fino a 24 ore in rari casi, ma i broker tentano di elaborare le richieste il più rapidamente possibile.

Broker Forex

Selezionare il giusto broker Forex è uno dei compiti più importanti, e anche un po’ impegnativi, per i trader di successo. La popolarità del trading Forex a livello mondiale ha attirato numerosi truffatori e persino broker ben regolamentati usano sui loro prodotti e servizi, campagne di marketing fuorvianti per attirare nuovi commercianti al dettaglio non in grado di capire la differenza. Quando si sceglie un broker Forex, è importante verificare che le sue autorizzazioni siano valide, perché alcuni broker meno scrupolosi affermano di avere un’autorizzazione scaduta o revocata.

La FCA del Regno Unito è uno dei regolatori globali più affidabili e influenti, che dovrebbe ampliare il proprio dominio sul settore della regolamentazione finanziaria dopo la fine del periodo di transizione della Brexit. Dal 2021 sarà libera di stabilire norme di sorveglianza, svincolandosi dal controproducente quadro normativo dell’UE ai sensi della Direttiva sui mercati degli strumenti finanziari (MiFID II), applicata dall’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA). Questa ha sensibilmente ridotto la competitività dei broker Forex che operano fuori da Cipro sotto la supervisione della Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC). Cipro era il paese di riferimento per gran parte dei broker Forex al dettaglio, ma ha perso la sua incisività.

Nell’attuale contesto normativo di classe 1, la Australian Securities and Investments Commission (ASIC) mantiene l’insieme di norme più competitivo, eguagliando quello di FCA e CySEC prima della MiFID II. Purtroppo, un regolatore principale non rappresenta la garanzia di un ambiente di trading sicuro. Nel corso degli anni, molti broker Forex sono stati multati per mancate conformità, ma alla fine hanno mantenuto la loro regolamentazione. Vi è anche un numero crescente di broker Forex che, per rimanere competitivi, optano per la regolamentazione in una giurisdizione più amichevole, arricchita con un approccio alternativo alla protezione e alla sicurezza dei clienti.

Protagonista dell’autoregolamentazione alternativa, ma efficace, è la Commissione finanziaria con sede a Hong Kong, la prima organizzazione indipendente di autoregolamentazione e organo esterno di risoluzione delle controversie (EDR), dedicata specificamente al Forex. Per ciascun caso, gli operatori sono protetti fino a 20.000€ attraverso il Fondo di compensazione, collocandola alla pari con le entità regolamentate dalla CySEC. Altri servizi includono la certificazione di esecuzione delle negoziazioni, soluzioni di liquidità e intermediazione, gestione del rischio in tempo reale, e accesso, solo su invito di DisputeWatch, a un registro progettato per prevenire le frodi. I membri ricevono anche ricerche di mercato fruibili gratuitamente assieme ad analisi di esecuzione pre e post negoziazione. Tutti i servizi aggiuntivi sono in collaborazione con organizzazioni e aziende di terze parti, garantendo ai broker Forex una vasta rete di soluzioni specifiche del settore. Pertanto, la combinazione di servizi offerti la rende una soluzione migliore rispetto al tradizionale approccio alla regolamentazione.

Le basi del Forex: creazione di un conto

Il mercato Forex è il mercato finanziario più liquido al mondo, con un fatturato giornaliero che dagli ultimi dati ufficiali, ad aprile 2019 ha raggiunto i 6,600 miliardi di dollari. Continua a crescere in popolarità con un afflusso costante di nuovi commercianti al dettaglio che competono con banche, fondi di investimento e altri operatori istituzionali. La tecnologia svolge un ruolo cruciale su tutti i fronti e in futuro si propone di rivoluzionare il trading Forex, Creazione di un conto di trading forexlivellando il campo di gioco per i partecipanti al mercato e aumentando la coerenza e il potenziale di profitto.

 

 

Indipendentemente dalle necessità diverse, per diventare attivi tutti i partecipanti al mercato richiedono un conto di trading Forex. I tre tipi di conto principali sono il conto standard, il conto mini e il conto gestito. Vari fattori, come le dimensioni del portafoglio, la tolleranza al rischio e il tempo, avranno un ruolo deterministico nel processo di selezione del conto. Anche l’accesso a una tecnologia specifica a volte fornita dal tuo broker, o la volontà di investire, influiranno sull’apertura del tipo di conto.

Un altro fattore essenziale è il tipo di operatore che ritieni di essere, poiché ogni tipo di conto comporta particolari vantaggi e svantaggi. I nuovi commercianti al dettaglio richiedono un conto mini con un broker che propone una vasta sezione didattica e accesso a capacità di ricerca adeguate, interne o provenienti da fornitori di terze parti. I trader esperti e professionisti gestiranno il capitale nel conto standard e con un broker che offra gli aggiornamenti necessari per la piattaforma di trading principale, assieme a servizi di supporto ausiliari per soluzioni di trading automatizzate. I trader che non hanno a disposizione molto tempo richiederanno un conto gestito, generalmente fornito nel settore della vendita al dettaglio tramite un conto PAMM. Alternative potrebbero essere una piattaforma di social trading o una piattaforma con supporto di terze parti.

Conti di trading standard

Come suggerisce il nome, questo è il principale conto di trading alla base dei broker Forex. Un lotto standard equivale a 100.000 unità di valuta pertanto, se la valuta di base del tuo conto è in dollari statunitensi, il valore del pip per ciascuna coppia di valute in cui il dollaro statunitense rappresenta la valuta di quotazione è pari a 10$. Un pip è il quarto decimale in una quotazione e la valuta di quotazione si riferisce alla seconda valuta elencata in una coppia. Gli esempi includono l’EUR/USD, la coppia di valute più scambiata, il GBP/USD, l’AUD/USD e l’NZD/USD.

Per scambiare un lotto, non è richiesto un deposito di 100.000$. I commercianti di Forex si affidano all’uso della leva finanziaria. L’importo dipende dalla giurisdizione del broker; i broker regolamentati dalla CySEC vengono costretti a ridurla a 1:30 per i commercianti al dettaglio; l’ASIC concede il massimo tipico di 1:500, mentre alcuni broker la introducono a 1:3000. La leva finanziaria è uno dei concetti di trading più fraintesi, come dimostra la mancata comprensione da parte dei regolatori. Sebbene un’elevata leva finanziaria venga confusa con alto rischio e potenziale di perdita, si tratta di una dichiarazione fuorviante. Ne è responsabile l’assenza di un’adeguata gestione del rischio, visto l’ultimo esempio della crisi finanziaria globale del 2008. Inoltre, la leva finanziaria distribuita è di solito ben al di sotto del massimo.

I vantaggi

I broker Forex che non offrono lo stesso servizio a tutti i trader, una tendenza che sta lentamente svanendo in tutto il settore, di solito forniscono prezzi superiori e servizi aggiuntivi per i conti di trading standard. Una volta che gli operatori soddisfano determinate soglie di saldo, il conto di trading standard rappresenta il tipo di conto idoneo per l’aggiornamento a VIP. Anche il potenziale di profitto è significativamente elevato, consentendo ai trader avanzati e professionali, e ai gestori di portafoglio, di guadagnare maggiormente in ogni operazione. Utilizzando le metriche sopra citate, una mossa di 100 pips si traduce in un profitto di 1.000$. La matematica sulla carta può sembrare attraente, ma il risultato verrà influenzato da numerose variabili. Il trading è una professione impegnativa e il conto di trading standard si rivolge proprio a questo.

Gli svantaggi

Il maggiore ostacolo per gli operatori sono i requisiti di finanziamento. Alcuni broker Forex offrono conti di trading standard per un minimo di 500$, con una richiesta più ragionevole a 2.000$. Sebbene sia una cifra accessibile per la maggior parte dei commercianti al dettaglio, l’utilizzo di un saldo del conto inferiore ai 25.000$ con una dimensione del lotto di 1,0 aggiunge un rischio significativo. A parità del potenziale di profitto amplificato, gli operatori devono potenzialmente affrontare una perdita maggiore. Una mossa di 100 pip contro la tua posizione comporterà una perdita di 1.000$. La dimensione minima del lotto è di solito impostata tra 0,01 lotti e 0,10 lotti, consentendo una maggiore flessibilità, ma a tale scopo è più adatto un conto di trading mini.

Conti di trading mini

Questa è la scelta ideale per la maggior parte dei commercianti al dettaglio, in particolare con un deposito inferiore a 10.000$, a causa della riduzione della dimensione del lotto a 10.000$ con un valore di pip di 1$. Spesso viene fornito con una leva maggiore rispetto al conto di trading standard. Un tipico deposito minimo di 1.000$ consente agli operatori di diversificare i portafogli e di gestire in modo efficace il proprio profilo di rischio. Molti broker richiedono un deposito minimo più ridotto, ma minore è il deposito in un conto con elevata leva finanziaria gestito da un nuovo operatore, maggiore è il rischio di perdita.

Diversi broker offrono conti di trading micro, in cui le dimensioni del lotto ammontano a soli 1.000$ e il valore del pip si aggira attorno ai 0,10$. Il conto di trading mini rappresenta un sostituto ideale ad un conto demo, poiché i trader potranno imparare a fare trading su un conto di trading reale con un piccolo deposito di 100$ o meno. I conti di trading mini non sono solo la scelta corretta per la maggior parte degli operatori al dettaglio: i trader professionisti spesso lo usano per testare in fase finale nuove strategie di trading o per testare soluzioni di trading automatizzate prima di distribuirle nei conti standard.

I vantaggi

I bassi requisiti patrimoniali, unitamente a una maggiore leva finanziaria, creano una combinazione molto efficiente per i trader al dettaglio. Questo tipo di conto promuove la crescita incrementale del portafoglio e consente un maggiore potenziale di apprendimento. Data la maggiore flessibilità per diversificare le strategie di trading e gestire efficacemente il rischio, la maggior parte dei trader non professionisti dovrebbe negoziare un conto di trading mini, che non punisce gli errori così duramente come un conto standard.

Gli svantaggi

Con un potenziale di profitto significativamente ridotto ma la stessa quantità di ricerca, questo conto risulta inadatto per i portafogli ben finanziati. Aumentare il saldo con un conto di trading mini richiede tempo e pazienza, un fattore che la maggior parte dei broker Forex non menziona. A volte può essere frustrante, ma è il corretto approccio al trading Forex; la pazienza è fondamentale per aumentare nel tempo il tuo portafoglio, incrementando così il potenziale di profitto.

Conti di trading gestiti

Gli operatori che possiedono il capitale e desiderano distribuire fondi nel mercato Forex ma non hanno il tempo o l’interesse per analizzare le attività e gestire il proprio portafoglio, troveranno interessanti i conti di trading gestiti. Questi vengono gestiti direttamente dal broker Forex, in rari casi, ma la maggior parte della gestione patrimoniale al dettaglio avviene attraverso un conto PAMM (un modulo di gestione di allocazione percentuale). Il conto PAMM viene gestito da gestori patrimoniali di terze parti o singoli trader qualificati, sotto la supervisione del broker.

I conti PAMM soddisfano diversi obiettivi e gli investitori possono scegliere tra l’offerta di una varietà di profili di rischio. I broker Forex offrono statistiche precise, facilitando il processo di selezione. Esistono diversi siti web di terze parti che confermano in modo indipendente le prestazioni cui il gestore partecipa. Il social trading, sebbene in calo rispetto alla sua massima popolarità di alcuni anni fa, rappresenta per gli investitori un’altra alternativa per diversificare le proprie attività senza la necessità di gestirle. L’amata piattaforma di trading al dettaglio MT4 supporta il social trading attraverso innumerevoli componenti aggiuntivi di terze parti, ma anche le soluzioni di trading automatizzate entrate nel settore gestionale ora sono disponibili anche sul mercato MT4 all’interno della piattaforma di trading. Questo consente alle società Robo-Advisory di guadagnare quote di mercato dai tradizionali conti di trading gestiti, una tendenza che in questo decennio dovrebbe accelerare.

I vantaggi

I conti di trading gestiti offrono agli investitori la libertà di selezionare diversi gestori patrimoniali, diversificare il proprio portafoglio e il profilo di rischio, senza dover imparare a negoziare o passare ore ad analizzare e osservare i mercati. Trovare i gestori patrimoniali giusti può rappresentare una sfida e non dovrebbe essere una scelta affrettata. Le scelte giuste porranno il capitale desiderato nelle mani di un’assistenza professionale e gli investitori non devono sottovalutarne i benefici a lungo termine.

Gli svantaggi

I depositi minimi per i conti di trading gestiti possono superare i 10.000$ e i gestori di portafoglio applicano una commissione sulle prestazioni. Gli investitori si tolgono anche la possibilità di prendere decisioni di trading nel caso in cui riconoscano un’opportunità, affidandosi interamente al gestore del portafoglio o al team incaricato di gestire il conto. La diversificazione intelligente è essenziale e un conto dovrebbe restare sotto una gestione personale.

Conclusioni

Il trading con il giusto tipo di conto Forex avrà un impatto tremendamente positivo sul tuo portafoglio. La maggior parte dei trader al dettaglio troveranno le condizioni di trading ideali in un conto di trading mini, in particolare con i broker Forex MT4. Oltre a inferiori requisiti minimi di deposito e una leva finanziaria più elevata, la tecnologia consente l’utilizzo di social trading e soluzioni di trading automatizzate. Offre opportunità di diversificazione intelligente, riduce i rischi e aumenta il potenziale di profitto complessivo. Un conto ibrido, che incorpora conti gestiti, offre agli operatori un approccio multiforme superiore. Non investire mai denaro che non puoi permetterti di perdere in un prodotto con il quale non ti senti a tuo agio, che non capisci pienamente o quando ti senti sotto pressione per un marketing aggressivo. Prenditi il tuo tempo, sii paziente, trova la soluzione più accettabile per le tue necessità e costruisci un approccio redditizio al trading Forex.

Domande frequenti

Qual è il miglior conto di trading Forex?

Dipende dal tipo di operatore, ma la maggior parte degli operatori è servita meglio da un conto di trading mini in cui ogni lotto equivale a 10.000$ con un valore pip di 1$.

Cos’è un conto ECN?

Un conto ECN (rete di comunicazioni elettroniche) garantisce ai commercianti prezzi superiori con spread puri, ma è compensato da una commissione per lotto. È ideale per i trader ad alta frequenza, ma generalmente è disponibile solo come conto standard.

Posso avere due conti Forex?

Sì, non c’è limite al numero di conti o broker Forex che si possono utilizzare.

Come posso aprire un conto Forex?

L’applicazione online presso il broker di tua scelta gestisce il primo passo. Con i broker regolamentati, la verifica del conto rappresenta il secondo passo obbligatorio per conformarsi ai requisiti AML/KYC. Una copia del documento identificativo del commerciante e una prova dei documenti di residenza di solito soddisfano questo passaggio.

Ibeth Rivero

Ibeth contribuisce al commento quotidiano sul mercato sia in inglese che in spagnolo (entrambe le lingue parla fluentemente), gestisce anche l'app mobile DailyForex per garantire che gli operatori di tutto il mondo ricevano importanti aggiornamenti di mercato in tempo reale.

Ti è piaciuto quello che hai letto? Facci sapere cosa ne pensi!

exclamation mark

Assicurati che i tuoi commenti siano appropriati e che non promuovano servizi o prodotti, partiti politici, materiale della campagna o proposte di votazione. I commenti che contengono linguaggio abusivo, volgare, offensivo, minaccioso o molesto o attacchi personali di qualsiasi tipo verranno eliminati. Verranno rimossi anche i commenti che includono contenuti inappropriati.

0 Commenti degli utenti

exclamation mark

Assicurati che i tuoi commenti siano appropriati e che non promuovano servizi o prodotti, partiti politici, materiale della campagna o proposte di votazione. I commenti che contengono linguaggio abusivo, volgare, offensivo, minaccioso o molesto o attacchi personali di qualsiasi tipo verranno eliminati. Verranno rimossi anche i commenti che includono contenuti inappropriati.

Maggiori informazioni
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.