Powell Afferma che l'Economia degli Stati Uniti è in un "Buon Posto"

|

Federal Reserve PowelNel suo primo giorno della sua testimonianza di due giorni prima del Congresso, il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha detto ai legislatori statunitensi che l'economia degli Stati Uniti è in un "buon posto". I commenti di Powell erano ben posizionati nonostante la persistente incertezza economica globale: l'economia degli Stati Uniti è nel suo periodo più lungo di espansione economica, ormai al suo undicesimo anno.

Powell ha affermato che il periodo di crescita può continuare e che la Fed cercherà di mantenere i costi di finanziamento a breve termine tra l'1,50% e l'1,75% al​​fine di sostenere la continua espansione economica.

Durante la sua testimonianza, Powell ha ignorato la questione della politica bipartisan che sta attualmente affliggendo la scena politica degli Stati Uniti, ma ha offerto un complimento a doppio senso  al presidente degli Stati Uniti Donald Trump; quando gli è stato chiesto se le politiche economiche di Trump stessero aiutando l'economia, Powell ha affermato che "ad alto livello - certo che lo sono." . Nonostante le parole "gentili" di Powell, Trump ha nuovamente guidato la richiesta di abbassare ulteriormente i tassi di interesse, una posizione che Powell ha fermamente negato.

Sul lato negativo, Powell si è rivolto al coronavirus e ha commentato che è troppo presto per dire se il virus avrà impatti a lungo termine sull'economia degli Stati Uniti e che nessuna nuova politica sarà implementata in risposta al virus fino a quando necessario. Ha anche commentato segni angoscianti nel mercato del lavoro, comprese le lacune nella partecipazione alla forza lavoro da parte di persone di diversi gruppi etnici e razziali.

In altre notizie dagli Stati Uniti, i rapporti del Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti martedì hanno mostrato che, sebbene le opportunità di lavoro rimangano piuttosto elevate, alla fine del 2019 c'è stato un aumento dei licenziamenti, che potrebbe indicare segni che il mercato del lavoro si indebolirà presto. Allo stesso modo, il dipartimento ha osservato che le aperture di lavoro negli Stati Uniti sono diminuite a dicembre 2019 per il secondo mese consecutivo, raggiungendo il livello più basso in due anni. Il settore privato ha visto i cali più ripidi.

Movimenti del mercato

Il dollaro USA ha continuato a rafforzarsi nei confronti dei suoi principali partner commerciali, con il biglietto verde che ha guadagnato contro lo 0,07 per cento rispetto allo yen alle 14:35 HK / SIN, per negoziare a 109,85. L'euro ha continuato a diminuire nei confronti del dollaro, superando il minimo di 50 giorni e diminuendo dello 0,064 per cento a 1,1091$. Il dollaro australiano è salito contro il biglietto verde per scambiare dello 0,15 per cento a 0,672 $ poiché un calo del numero di nuovi casi di coronavirus ha aumentato l'ottimismo che la malattia ha raggiunto il picco, nonostante un continuo aumento del bilancio delle vittime e un elevato numero di decessi al giorno.

Anche i mercati azionari asiatici hanno approfittato di questo ottimismo, con lo Shenzhen Composite che è balzato dell'1,45 per cento e lo Shanghai Composite dello 0,78 per cento. Il giapponese Nikkei 225 ha guadagnato lo 0,74 per cento a metà pomeriggio in Asia e il Kospi della Corea del Sud è aumentato dello 0,77 per cento.

Sari Holtz ha iniziato a lavorare presso DailyForex nel 2011, quando è stata assunta per fornire analisi delle notizie quotidiane e gestire i contenuti quotidiani. Da allora, ha continuato a fornire notizie periodiche incentrate sul modo in cui gli eventi politici incidono sull'economia globale. Lavora anche direttamente con dozzine di broker Forex in tutto il mondo per garantire che trasmettano i loro messaggi e che i trader possano trovare il miglior broker per le loro esigenze individuali.